Gatto Sanny viaggia per oltre 500 chilometri a causa di un errore

Avete mai sentito una storia così assurda? Il povero Sanny ha fatto davvero un viaggio poco confortevole ma la sua storia è unica

I gatti hanno una spiccata capacità di nascondersi e di cacciarsi nei guai e il gatto Sanny ha proprio vissuto un’esperienza traumatica a causa della sua curiosità.

Tutto è iniziato quando il proprietario di Sanny ha ordinato una componente per la sua macchina. Il giorno in cui è arrivato il pacco di grandi dimensioni a casa, l’uomo ha verificato il contenuto e si è reso conto di aver sbagliato l’ordine. Infatti ha deciso di restituire il pacco al mittente. Sfortunatamente però, nel momento in cui stava chiudendo il pacco non si è accorto che il suo gatto Sanny si era addormentato lì dentro

micio arancione

LEGGI ANCHE: Gatto imprigionato nella sua stessa pelliccia arruffata viene scaricato davanti ad un rifugio di notte

Il micio era attratto dalla scatola di cartone e subito si è fiondato al suo interno. Evidentemente deve aver trovato una superficie comoda al suo interno e si era appisolato. L’uomo, ignaro di tutto ha spedito il pacco con Sanny dentro. Il povero micio ha percorso con il postino oltre 500 chilometri da Hagen a Pressath in Baviera, Germania. E come se non bastassero i 500 chilometri percorsi, la scatola è rimasta per quasi 48 ore nell’ufficio postale prima di essere consegnata al destinatario. Inoltre la scatola è rimasta chiusa per quasi 30 ore al punto di consegna.

gatto in una scatola

I dipendenti del reparto resi di “ATP Autoteile” non hanno creduto ai loro occhi quando hanno aperto il pacco. “Quando ho aperto la scatola di cartone e ho visto un gatto saltare dal nulla è stato uno choc. Poi ci siamo emozionati tutti: eravamo super eccitati e anche molto preoccupati per la sua salute” racconta un dipendente. Per fortuna il gattino sta bene e grazie all’indirizzo del mittente sulla scatola sono riusciti facilmente a farlo tornare a casa.

LEGGI ANCHE: Il gatto Spugna e la sua storia hanno sconvolto l’intero mondo scolastico; interviene il governo cileno

Altri articoli che potrebbero interessarti dai siti del nostro Network:

Articoli correlati