Grosseto, 30 gatti spariti: si sospetta un avvelenamento

Primo piano di un gatto

Una brutta notizia arriva dalla cronaca di Grosseto, dove non si sa che fine abbiano fatto ben 30 gatti appartenenti ad una colonia felina.

Secondo le dichiarazioni delle volontarie che ogni giorni si prendono cura dei felini della colonia, i gatti sono semplicemente spariti. Non ci sono corpi senza vita a confermarne la morte, anche se l’improvvisa sparizione non lascia molte speranze.

Gatto seduto in strada

Lo sappiamo bene tutti, infatti, quanto siano abitudinari i gatti. Soprattutto quelli randagi, che difficilmente si allontanano dal luogo in cui hanno acqua e cibo sicuri.

Il sospetto è dunque quello di avvelenamento. Dopo il caso di Montecastrilli (TR), in cui è stato ritrovato del veleno nelle ciotole dei gatti della colonia felina, arriva un’altra vicenda simile.

Gatto seduto al sole

Questa volta siamo a Grosseto e le sfortunate vittime della vicenda sono i gatti che vivono nella colonia in Zona Leccentina, a Massa Marittima.

La denuncia è arrivata direttamente dalle volontarie della colonia. Donne che ogni giorno si occupano di questi felini meno fortunati, che dedicano parte della loro giornata a prendersi cura di loro.

Donne che, purtroppo, a quanto pare devono fare i conti anche con qualcuno che non vuole molto bene ai nostri amici a quattro zampe.

Gatto che rincorre una farfalla

Perché, se si dovesse trattare davvero di un caso di avvelenamento, ci troveremmo nuovamente di fronte a quella cattiveria umana di cui, purtroppo, spesso vi parliamo.

A rendere l’idea dell’avvelenamento molto più che un sospetto, è arrivata poi un’altra notizia di cronaca. Questa volta, lo sfortunato protagonista era un cane.

Un cane che proprio nella zona della colonia felina avrebbe mangiato una spugna intrisa di veleno. Fortunatamente il quadrupede è sopravvissuto, grazie al pronto intervento della proprietaria e del veterinario.

Cucciolo di gatto tra le piume

In ogni caso, questa vicenda ha aperto gli occhi su un problema da non sottovalutare. C’è davvero qualcuno che lascia esche avvelenate per i gatti della colonia felina di Grosseto?

La speranza è che molto presto si possa raggiungere la verità e scoprire se c’è davvero un colpevole in questa vicenda.