I gatti possono donare il sangue: una scelta importante

due-gatti-che-si-guardano

Anche i mici possono donare il sangue ai loro simili. Esistono delle vere e proprie banche del sangue dove questo viene raccolto e usato in caso di bisogno. Il gatto donatore deve essere in salute e possedere determinate caratteristiche.

Donare  il sangue è una scelta che ogni uomo può fare per mettersi a disposizione di chi necessità di particolari cure. Non solo l’uomo, ma anche per i gatti e  per i cani esistono delle vere e proprie banche del sangue.

gatto-su-lettino

Quindi anche i mici possono diventare dei veri e propri donatori per tutte quelle particolari esigenze mediche a cui un felino può andare incontro. Pensate ad esempio ad un intervento chirurgico o ad una perdita importante di sangue dovuta ad una ferita… è proprio in queste situazioni che il sangue donato da altri gatti è di vitale importanza per il micio malato.

gatto-in-braccio

Far diventare donatori di sangue i nostri amici pelosi è una scelta davvero importante, da non sottovalutare e che implica una serie di accortezze. Naturalmente non dimentichiamoci di chiedere tutte le delucidazioni possibili al nostro veterinario di fiducia.

gattino-con-veterinario

In generale ci sono alcune caratteristiche da tenere a mente se si decide di far donare al proprio gatto il sangue:

  • l’importanza del gruppo sanguigno: esistono, nel gatto, tre differenti gruppi sanguigni che sono A, B, AB. Il gruppo AB è il più raro e sta ad indicare un ricevente universale. Può ricevere sangue sia dal gruppo A che dal gruppo AB. Per il gruppo A e il gruppo B vale la regola che  il gatto può ricevere sangue solo dal gruppo sanguigno a cui appartiene. Quindi gruppo A dona e riceve A, gruppo B dona e riceve B. Questo concetto è importantissimo per evitare gravi reazioni, che possono addirittura portare alla morte del micio al quale è stato donato il sangue.
  • l’età: un gatto può essere considerato un donatore se rientra nella fascia 2-8 anni
  • il peso: il gatto deve avere un peso superiore ai 5 kg
  • quadro clinico: il gatto deve essere clinicamente sano e non presentare né FeLV e né FIV

I veterinari garantiscono che donare il sangue non arreca stress al gatto e inoltre non comporta nessun tipo di pericolo per la sua salute.

gatto-che-dona-il-sangue

Sicuramente si tratta di una scelta importante e consapevole che deve essere valutata da ogni singolo proprietario. Ricordiamoci solo che le trasfusioni stanno diventando sempre più richieste e possono veramente fare la differenza in un animale malato.