Il gattino randagio consola l’infermiere esausto dai turni contro il Covid

L'infermiere è stanco dai turni massacranti a causa della lotta al Covid e il gattino randagio fa di tutto per consolarlo: le foto hanno fatto il giro del web in pochissimo tempo!

Gatto che consola un infermiere

Le immagini del gattino randagio che consola l’infermiere esausto dopo il turno massacrante in ospedale a causa del Covid hanno fatto in pochissimo tempo il giro del web.

Immagini dolci e tenere, che hanno il compito di aiutarci ad avere speranza nel futuro, proprio ora che stiamo attraversando un periodo molto difficile.

Il Coronavirus ha sconvolto le nostre vite, oltre ad aver fatto migliaia di vittime in tutto il mondo. Il nostro paese sta affrontando la seconda ondata e purtroppo la situazione al momento non è rassicurante.

Gatto che consola un infermiere

Gli ospedali sono pieni e i medici e gli infermieri sono costretti a turni massacranti per far fronte alla saturazione delle strutture sanitarie.

Uno di questi infermieri si è reso protagonista di una vicenda molto tenera. Lui si chiama Ahmed Flaty, vive in Egitto e di mestiere fa come detto l’infermiere.

Ahmed ha dichiarato di aver fatto turni di 12 ore per 20 giorni di fila, raggiungendo il massimo della stanchezza e dello spreco energetico.

Gatto che consola un infermiere

Dopo uno di questi turni massacranti, il ragazzo si è seduto sopra un muretto fuori dall’ospedale in cui lavora.

Improvvisamente un gattino randagio gli si è avvicinato, gli è salito sulle gambe e lì si è addormentato.

Ahmed non aveva mai visto quel gatto, eppure il felino si è comportato come se si conoscessero da una vita.

Il ragazzo ha dichiarato che il gatto ha percepito la sua stanchezza e il bisogno di un piccolo momento di consolazione e si è reso protagonista di un gesto incredibile.

Gatto che consola un infermiere

Il gattino randagio consola l’infermiere stanco per il turno massacrante a causa del Covid per circa 20 minuti, poi si alza e va via.

Nei giorni successivi Ahmed ha cercato il suo nuovo amico, ma purtroppo non la ha più trovato. L’infermiere ha dichiarato che quei 20 minuti sono stati i migliori del 2020.

Se non ne avete mai abbastanza di storie commoventi sui gatti, ecco la storia di Zekiye, il gattino paralizzato che ama le avventure a bordo del suo carrellino.