Il gatto Shadow: storia del salvataggio

Purtroppo, più spesso di quello che vorremmo, sentiamo parlare di violenza da parte di gruppi di bambini o adolescenti ai danni degli animali. Potremmo dilungarci molto sull’argomento per spiegare quanto ingiusto e orribile sia tutto questo, ma preferiamo raccontarvi la storia di Shadow, che, per fortuna si è conclusa nel migliore dei modi.

A raccontare a The Animal Rescue Site la storia del gattno è la sua mamma umana. Tutto incomincia quando il marito della donna, che lavorava per la sicurezza in un complesso di appartamenti, ad un certo punto nota qualcosa di strano: un gruppo di adolescenti prende a calci qualcosa di non ben identificato, ma che non ha l’aria di essere un pallone. L’uomo allora si avvicina e si rende conto che quello che stanno prendendo a calci è un gattino. I ragazzini, vigliaccamente scappano. Il gatto cerca subito di avvicinarsi al nuovo umano che sembra avergli dato protezione. L’uomo non ci pensa due volte: prende il gattino con se.

Il gattino ha quattro settimane e presenta un’ustione sulla nuca. Inoltre appare fortemente denutrito. La donna, quando viene informata da suo marito che presto arriverà a casa un altro pelosetto promette di prendersene cura. C’è però un problema: in casa ci sono già sei gatti e la famiglia non è certa di poterne accoglierne un settimo. Per questo motivo se ne prenderanno cura fin quando non troveranno una casa adeguata per il felino.

Passa molto tempo però e nessuno sembra volere il tenero gattino. La famiglia così decide, alla fine, di aggingere un settimo gatto in famiglia. Verrebbe quasi da dire non c’è sei senza sette!

Il gatto, che ha il vizio di seguire ovunque i suoi padroni, è stato chiamato Shadow. La sua mamma e il suo papà lo descrivono come un gatto intelligente e amorevole, l’unico che vada d’accordo con i loro cani. La storia di Shadow, nonostante il brutto inizio, ha avuto il lieto fine che meritava.

Leggi anche:Gattino randagio entra in un negozio

Altri articoli che potrebbero interessarti dai siti del nostro Network:

Articoli correlati