La tenera gatta piange mentre stringe il suo cucciolo morto

Il dolore che una madre prova alla perdita del figlio è indescrivibile. Questa storia vi spezzerà il cuore

Perdere un figlio è il dolore più grande che una madre possa provare, senza dubbio. Lo stesso vale per gli animali, che come noi hanno dei sentimenti e possono provare dolore. Il racconto di oggi vede una tenera gatta disperata che piange per la perdita precoce del suo cucciolo. Uno sconosciuto registra la scena e la condivide su internet facendo commuovere migliaia di persone.

La tenera gatta è stata ripresa da un passante mentre si disperava sotto una macchina parcheggiata. L’uomo ha udito la richiesta d’aiuto della gatta e subito ha cercato di capire cosa stesse succedendo. Dopo alcuni attimi di confusione, l’uomo si rese conto che tra le zampe della micia c’era il corpicino di un gattino senza vita. Era il figlio della gatta che purtroppo aveva perso la vita per causa ancora ignote e lei lo stringeva a se.

mamma e figlio gatti

Mamma gatta sapeva che per lui non c’era più nulla da fare ma non voleva lasciarlo andar via. Lo stringeva forte e abbassava il capo rassegnata al destino crudele del cucciolo. La cosa senza dubbio più shockante a cui l’uomo ha assistito riprendendo la scena, è stato il momento in cui la tenera gatta china il capo e due lacrime scendono sul suo volto per poi cadere sul corpo del figlio.

mici sotto la macchina

Alla fine della registrazione, la gatta scuote il viso rassegnata e a terra rimangono delle lacrime; una scena davvero triste. L’uomo dunque ha deciso di portare la gatta in un rifugio per aiutarla. Non riavrà indietro il suo cucciolo, ma speriamo che possa trovare una casa accogliente accanto a qualcuno che la renda veramente felice. Un po’ di amore e di cura è il minimo che si merita un micio che ha vissuto il peggior dolore del mondo.

LEGGI ANCHE: Bari, famiglia alla ricerca della povera Macu, una gatta tartarugata di 12 anni smarritasi senza preavviso

Altri articoli che potrebbero interessarti dai siti del nostro Network:

Articoli correlati