Lela, la gatta scomparsa, ha ritrovato i suoi umani

Questa povera gatta stava scappando dalla guerra in Ucraina insieme ai suoi umani, ma per il terrore, si è separata da loro

La storia di questa gatta di nome Lela è davvero meravigliosa, anche se non è iniziata nel migliore dei modi. Insieme alla sua famiglia, la micia stava scappando dall’orrore della guerra. Per paura però, si è separata da loro ed è scappata.

Lela, dopo aver affrontato un lungo viaggio insieme ai suoi umani è arrivata a Ronco Scrivia, in Liguria. Purtroppo però, una volta arrivati, a causa dei cambiamenti e della paura, la micia è scappata via e si è allontanata dalla sua famiglia.

Sono state ore davvero terribili per loro. La gatta era scappata in un luogo che non conosceva e nessuno pensava di rivederla. Di Lela si erano perse le tracce mercoledì sera. Probabilmente intimorita dal nuovo ambiente e confusa dopo il lungo viaggio, è scappata dall’alloggio della Croce Rossa senza essere vista.

Nessuno aveva visto la micia uscire e appena si sono resi conto che non c’era più sono partite le ricerche. Purtroppo però i primi tentativi di ritrovarla non avevano avuto alcun successo. La sua umana Natasha erano davvero preoccupati.

La Croce Rossa aveva diramato un appello attraverso i social per ritrovarla. La famiglia di Lela era disperata e non vedevano l’ora di riabbracciarla. L’appello era stato condiviso da tantissime persone, tutte erano in pena per la micia.

Dopo due lunghissimi giorni, ecco che, grazie alla mobilitazione di volontari e cittadini, l’appello ha dato i suoi frutti. La povera Lela è potuta tornare tra le braccia di chi la stava aspettando e di chi si prende cura di lei amorevolmente.

Lo spavento è stato davvero tanto. Ma grazie all’aiuto di tutte queste persone, la micia è tornata “a casa”. La Croce Rossa ha ringraziato tutte le persone che si sono preoccupate per lei e, dopo il ritrovamento, ha scritto in un post sui social che Natasha e i suoi figli non sapevano come ringraziare tutte quelle persone.

Erano commossi che Lela era stata ritrovata e non potevano essere più felici di così. Una vicenda che si è conclusa nel migliore dei modi. In situazioni difficili come questa, solo la solidarietà riesce a strappare un sorriso alle persone colpite dalla guerra!

LEGGI ANCHE: 60 Main Coon salvati in Ucraina, sono arrivati in Italia

Altri articoli che potrebbero interessarti dai siti del nostro Network:

Articoli correlati