Lettiera del gatto: dove si butta?

L'igiene del nostro amico a 4 zampe è importante! Ma una volta fatti i suoi bisogni, la lettiera del gatto dove si butta? Vediamo delle info

Il nostro amico a 4 zampe è sempre molto attento alla sua igiene. Ha sempre la necessità di trovare la sua toilette pulita e profumata. Ma una volta finito, la lettiera del gatto dove si butta?

L’importanza della lettiera

gatto si rilassa

Chiunque abbia o conosca i gatti può confermare quanto questi siano animali pulitissimi. Passano la maggior parte del loro tempo a leccarsi il pelo per renderlo più liscio, morbido e pulito.

Il gatto, dunque, non potrebbe mai vivere in un ambiente sporco o poco gradevole, sia in quanto a odori sia in quanto a confort. Quando dunque scegliamo di prendere un gatto con noi, è necessario fare molta attenzione alla sua cura e alla sua pulizia.

Per aiutare il nostro amico a 4 zampe dobbiamo scegliere la giusta lettiera per lui. Come fare? Ci sono varie tipologie di lettiere, fatte con materiali diversi: argillasegatura, pellet in legno, sabbia al silicio etc. Possiamo farci consigliare dal veterinario o dal negozio quale faccia al caso nostro, anche in base al prezzo che vogliamo spendere.

gatti che giocano

Una volta comprata, posizionare sempre uno strato abbastanza alto di sabbia per fare in modo che il gatto non si sporchi le zampe, altrimenti questo finirebbe per infastidirlo: facciamolo sentire a suo agio anche nel momento dei bisogni!

La lettiera può, dunque, essere definita il bagno del gatto: chi di noi non vorrebbe un ambiente sterilizzato il più possibile? Ed è qui che entriamo in gioco noi padroncini: è necessario pulire costantemente la sua pipì e le sue feci, in modo da fargli trovare quel luogo sempre pronto per un nuovo utilizzo.

Se poi avessimo più di un gatto? Come funzionerebbe la cosa? Dovremmo comprare più di una lettiera per dare al gatto non solo pulizia, ma anche spazio, privacy e solitudine? Più gatti possono condividere la stessa lettiera o è preferibile averne una ciascuno? Possiamo vederlo al link.

Ma poi: dove si butta la lettiera?

gatto curioso

Oltre alla quantità enorme di bisogni che fa il nostro amico felino, c’è un altro elemento che va considerato: come li smaltiamo? È una domanda che ricorre spesso fra i padroncini di questi animali: la lettiera del gatto dove si butta?

Ci sono vari modi per differenziare la lettiera del gatto: tutto va in base al materiale di cui essa è fatta.

I bisogni sicuramente vanno buttati nell’umido e organico. Si potrebbe anche pensare di gettarli nello scarico del nostro bagno, ma è sempre consigliabile e migliore utilizzare i secchi e differenziare tutto per evitare di intasare lo scarico e per aiutare l’ambiente ad un migliore smaltimento.

E tutto il resto? La sabbia dove la buttiamo? Dipende da che tipo di sabbia è. Questa spesso è artificiale e dunque non biodegradabile: sicuramente allora la butteremo nell’indifferenziato (ad esempio, la sabbia più comune, quella in silicio, appartiene a questa tipologia).

Quasi tutte le altre tipologie di sabbia, come gli esempi detti sopra tipo quelle in segatura, argilla ma anche paglia o carta etc, portano di solito la dicitura ‘compostabile‘: allora queste potranno essere smaltite nell’umido e organico come gli escrementi.

Il consiglio comunque è sicuramente quello di controllare sempre la dicitura sull’etichetta per essere sicuri al 100% del giusto bidone dove buttare tutto, nel maggior rispetto possibile dell’ambiente.

 

 

Altri articoli che potrebbero interessarti dai siti del nostro Network:

Articoli correlati