Luckyou: il gatto randagio che ha trovato la salvezza grazie a Celine

Luckyou era un randagio affetto da Filv e con una grave infezione del cavo orale; un giorno è entrato in casa di Celine per chiedere aiuto

I gatti sono animali molto intelligenti e per questo riescono a destreggiarsi anche in condizioni particolarmente avverse. Alle volte però si rendono conto di non potercela fare da soli e per questo chiedono l’aiuto di qualche umano disposto a cogliere la loro richiesta. Questa storia ne è l’esempio lampante: il gatto Luckyou era un randagio in pessime condizini di salute, salvato da una volontaria animalista di nome Celine Crom. Il micio era inizialmente molto schivo, ma quando ho capito che la ragazza voleva aiutarlo, si è lasciato avvicinare ed è stato docile e collaborativo.

gatto con ingua di fuori

Celine Crom è una volontaria al Chatons Orphelins Montréal, un rifugio per animali in Canada. Un giorno si è accorta che un gatto randagio girovagava nel suo cortile, così ha deciso di lasciare per lui dell’acqua e una ciotola di croccantini. Il gatto, nonostante andasse nel giardino della donna tutti i giorni, rimaneva diffidente e si allontanava ogni volta che Celine cercava di avvicinarsi. Un giorno l’animalista però si è accorta di una cosa molto grave; Luckyou non riusciva bene a chiudere la bocca e questo gli impediva anche di masticare correttamente.

gatto mangia crocchette

Così la ragazza ha organizzato una gabbia trappola per prendere l’animale e portarlo dal veterinario, ma Luckyou ha capito subito le sue intenzioni. La trappola non è stata necessaria perché il micio quel giorno ha deciso per la prima volta di entrare nella casa della giovane, lasciandosi prendere. Dopo una prima ostilità iniziale, il micio si è fatto visitare del veterinario; il medico ha diagnosticato un’infezione del cavo orale e la Filv, ovvero l’immunodeficienza felina. Celine e la sua famiglia continuano a prendersi cura di lui e ora Luckyou è felice nella sua nuova nonché prima famiglia.

LEGGI ANCHE: Proprietario appende l’albero di Natale al soffitto per evitare l’attacco dei gatti, ma il piano fallisce

Altri articoli che potrebbero interessarti dai siti del nostro Network:

Articoli correlati