Nala, il gattino randagio, ha trovato famiglia(video)

Nala, il gattino del video di oggi, è stato trovato da un uomo durante una passeggiata col suo gatto. È stata adottata proprio da loro.

La protagonista del video e della storia di oggi è Nala, un gattino randagio che è stato salvato da un uomo.

Il randagismo, purtroppo, è un problema con cui continuiamo a convivere giorno dopo giorno. Non sono pochi i gattini che vivono per strada, senza la certezza di un futuro migliore.

Quella di Nala, però, è una storia dal lieto fine. Un uomo racconta che stava facendo la sua solita passeggiata in compagnia del proprio gatto, fino a quando non lo vide particolarmente incuriosito.

Decise di seguirlo è scoprì cosa stava fissando con attenzione: un piccolo gattino di poche settimane che si nascondeva da loro. L’uomo, vedendolo così a disagio e in difficoltà, fece di tutto per prenderlo. Il piccolo provò a scappare, ma ad un certo si arrese e si lasciò prendere. 

Nala gattino video

L’intenzione inizialmente era quella di curarlo e portarlo poi in un rifugio che avrebbe provveduto all’adozione. In casa, però, successe una cosa strana. Gli altri due gatti che già vivevano lì, iniziarono a prendersi cura del nuovo gattino. 

Nessuna scena di gelosia, nessuna difficoltà con la convivenza, ma solo tante coccole e tanto amore. Col passare dei giorni, Nala, il gattino del video, iniziò a socializzare anche con gli umani, non risparmiando coccole e tante fusa, che aveva appena scoperto.

nala gattino video

L’uomo che l’aveva salvata racconta che proprio non riuscì a staccare il nuovo arrivato dai suoi gatti e decise che quella loro poteva essere anche casa sua da quel giorno.

Così iniziò la vita di Nala, che, sicuramente, senza l’intervento di quest’uomo, non avrebbe avuto un futuro facile.

Di seguito, il video che riprende Nala, il gattino salvato, insieme alla sua nuova e amorevole famiglia. La stessa che fa ben sperare a tutti quei gattini più sfortunati, che sono ancora in attesa che qualcuno li salvi da quel triste destino che loro non hanno scelto.

Altri articoli che potrebbero interessarti dai siti del nostro Network:

Articoli correlati