Pebble, il gattino con la Sindrome di Manx che fornisce supporto emotivo alla sua proprietaria (video)

La storia di Pebble, il gattino con la Sindrome di Manx che fornisce supporto emotivo alla sua proprietaria (video)

Gatto con la proprietaria

Il protagonista della storia e del video di oggi si chiama Pebble ed è un gattino che, nonostante la Sindrome di Manx, oggi vive la sua vita felice.

La storia di Pebble come potrete immaginare non è una storia facile. È una storia di dolore e sofferenza che riesce a trasformarsi in una storia di amore e felicità.

Tutto grazie all’incredibile forza di volontà di Pebble e grazie anche al suo angelo custode, colei che ha creduto in questo amico a quattro zampe.

La storia di Pebble inizia alcuni anni fa, nel Maggio del 2016. Il piccolo felino viene al mondo dopo un travaglio lungo e difficile e fin dal primo momento è chiaro che il piccolo sia un felino “diverso”.

I veterinari scoprono ben presto che soffre della Sindrome di Manx e per lui inizia la lunga battaglia verso la felicità.

Nessuno sa se riuscirà a sopravvivere ma una cosa sembra chiara a tutti: Pebble vivrà tutta la vita da solo, perché nessuno vorrà mai prendersi cura di un gattino speciale.

Invece nella vita del felino arriva Lindsey, una ragazza che si innamora di lui al primo sguardo.

Lindsey capisce che quel felino ha bisogno del suo aiuto e che allo stesso tempo è lei ad aver bisogno di lui.

La ragazza infatti soffre di ansia e depressione e molte volte i medici le hanno consigliato di adottare un animale.

Lindsey decide così di offrire un’opportunità a Pebble per aiutarlo e per farsi aiutare a sua volte. E così la sua vita cambia per sempre.

Giorno dopo giorno le condizioni di Pebble migliorano e piano piano inizia ad adattarsi al nuovo ambiente e alla sua nuova vita.

Oggi, come potete vedere nel video, Pebble è un gattino che sta bene nonostante la Sindrome di Manx e si è anche trasformato nel supporto emotivo della sua proprietaria che, grazie a lui, è riuscita a conseguire anche un dottorato.

Una storia molto simile a quella di Kanga Roo, il gattino con le zampe storte che aiuta gli animali con bisogno speciali.