Perché i gatti bevono poco?

In questo articolo vi invitiamo a scoprire perché i gatti bevono poco e cosa si può fare per farli bere abbastanza.

gatto beve da bicchiere

Uno dei luoghi comuni più diffusi quando si parla di gatti riguarda la loro avversione per l’acqua. E non si tratta solo di paura di nuotare o annegare ma anche di tendenza a starne lontani in generale, fino a ridurne l’assunzione. Ma perché i gatti bevono poco?

gatto si abbevera

Si tratta in realtà di un retaggio del loro passato da predatori delle aree desertiche del Medio Oriente. Per gran parte della loro esistenza sulla terra i felini sono sopravvissuti cacciando e nutrendosi di piccoli animali, tramite cui assorbivano l’acqua necessaria per il loro organismo. Inoltre essi sono dotati di un metabolismo particolare che consente loro di sopravvivere in zone particolarmente aride e hanno sviluppato la capacità di concentrare le urine per ridurre al minimo le perdite di liquidi.

Tracce di questo loro passato sono ancora presenti nel loro comportamento attuale, ragion per cui non sono ancora molto abituati a bere acqua. Ecco perché bisogna assicurarsi che il vostro amico a quattro zampe non si disidrati, poiché questo può portare a vari problemi di salute che vanno dai colpi di calore alle infezioni al tratto urinario.

L’età del vostro micio, il suo peso, l’attività fisica che svolge ogni giorno e anche la sua dieta, nonché il periodo dell’anno in cui ci troviamo, sono fattori che influenzano la quantità d’acqua di cui ha bisogno. Ci teniamo a sottolineare che è perfettamente normale non vedergli svuotare la sua ciotola d’acqua troppo spesso, e che a volte è proprio il comportamento opposto a dover destare sospetti: se notate che beve più spesso del solito o che alcune sue abitudini alimentari sono cambiate, potrebbe esserci un problema di salute in corso.

gatto beve da fontanella

Suggerimenti

Allo stesso tempo, però, mantenerlo idratato è fondamentale: alla disidratazione del gatto sono connessi disturbi come l’ipotiroidismo, il diabete e l’insufficienza renale. Suggeriamo dunque dei piccoli accorgimenti da seguire per far sì che il vostro felino assuma tutta l’acqua di cui ha bisogno.

  • Acqua fresca: se l’acqua non è fresca o pulita i gatti la snobberanno, e faranno anche bene! Assicuratevi di cambiare spesso l’acqua della loro ciotola.
  • Ciotole grandi e pulite: i gatti preferiscono bere da recipienti abbastanza grandi. È inoltre importante che siano pulite e che non trattengano impurità e cattivi odori, cosa che di solito succede con contenitori di plastica molto economici. Cercate di preferire quelle in alluminio, acciaio inossidabile o ceramica.
  • Fontanelle: ai gatti piace giocare, esplorare e scoprire cose nuove, e sono attratti dall’acqua che scorre (come quella del rubinetto di casa) più che da quella stagnante. Una fontanella per gatti [link] potrebbe quindi fare al caso vostro.
  • Mischiare cibo secco con cibo in scatola: in questo modo il vostro gatto assumerà liquidi in modo più naturale possibile, già mentre mangia.