Prova a coccolare il tuo gatto con un pennello bagnato: ecco perché la sua reazione sarà sorprendente

Avete mai provato a coccolare un gatto con un pennello bagnato? Provateci, ai cuccioli piace moltissimo e anche a tanti gatti adulti

gatto coccole

Avete mai provato a coccolare il gatto con un pennello bagnato? La risposta, molto probabilmente, è no e in effetti siete più che giustificati. I gatti odiano l’acqua ed essere bagnati, non lo apprezzano neanche quando lo facciamo per scherzare. E quindi perché mai accarezzarli con un pennello bagnato?

I gatti sono affettuosi e cercano sempre coccole e carezze, passerebbero ore e ore a farsi accarezzare e a fare le fusa. Quando i gatti sono molto piccoli ricevono le coccole della loro mamma, che li lecca e li pulisce.

Il pennello bagnato simula proprio quel genere di contatto e li aiuta a calmarsi e a rilassarsi, soprattutto quando sono piccolini.

Coccolare il gatto con un pennello bagnato

gatto coccole

Se avete adottato un gattino o ne avete trovato uno per strada e lo avete portato a casa con voi, potrebbe essere un’occasione perfetta per provare a fare queste speciali coccole. Il pennello gli farà provare le stesse sensazioni dolci e piacevoli del contatto con la mamma.

Potete provare a coccolarli così anche da adulti, sicuramente gli farà piacere. Il pennello deve essere morbido e leggermente umido. Non deve essere pieno di acqua o gocciolante, altrimenti rischiate una zampata!

gatto coccole

Se però vi accorgete che non apprezzano questo tipo di “coccola” con il pennello, lasciate perdere e tornate a quelle tradizionali.

Se non avete un pennello potete provare con uno spazzolino con le setole morbide, che è perfetto per simulare la linguetta rugosa dei gatti. Questa strategia viene usata spesso con i gattini abbandonati o orfani, che hanno bisogno di tutto l’aiuto possibile per sopravvivere e diventare grandi e forti.

Ti è piaciuto questo contenuto? Allora leggi anche la storia del gattino che gioca con un cucciolo di Bernese e insieme si divertono.