Le razze di gatti adatte ai bambini: quali sono le migliori per i nostri figli

La convivenza tra i felini e i più piccini di casa non va presa sottogamba, in termini di sicurezza. Ecco le razze di gatti più adatte ai bambini

gatto ragdoll

Affetto, pazienza ed empatia è quello che cerchiamo nei nostri amici a quattro zampe quando ne cerchiamo di compatibili con i nostri figli. Le razze di gatti adatte ai bambini sono quelle che riescono a instaurare un legame con dei soggetti, ammettiamolo, non sempre facili da gestire. Capricciosi, monelli e impazienti.

A proposito di pazienza, però, non dobbiamo ricercarla solo nelle nostre palle di pelo, ma insegnarla anche ai cuccioli di uomo. È necessario che imparino cosa sia il rispetto verso gli animali e nei confronti di una natura che non è esattamente simile alla nostra.

Uno sguardo d’insieme

gatto sacro di birmania

Al di la dei falsi miti sul gatto, infatti, non dimentichiamo che è un esemplare con i propri tempi e le proprie esigenze. Non va trattato come un peluche o un giocattolo da prendere quando se ne ha voglia e buttare via quando stanca. Il rapporto si deve basare sulla fiducia e sul rispetto reciproco.

Le razze di gatti adatte ai bambini, che rientrano nella nostra classifica delle prime dieci, sono tanto amabili e… pazienti, perfette per passare le ore di gioco e spensieratezza in compagnia dei loro fratelli umani. Ciò non toglie però che la nostra supervisione è sempre auspicabile. Non dimentichiamo che si tratta di animali con una forte componente istintuale e che gli imprevisti possono sempre verificarsi, e noi dobbiamo essere pronti a intervenire qualora ce ne fosse bisogno.

Oltretutto, non dobbiamo dimenticare l’importanza di crescere assieme a un animale domestico. Si tratta di un’esperienza dalla forte componente educativa e che nessun bambino potrà mai dimenticare. È uno scambio reciproco in cui si comprende cosa sia il rispetto nei confronti di un altro essere vivente. Inoltre si impara che cosa sia l’amore incondizionato e per la vita. Chi ha avuto un pet, certamente, ha un bagaglio più ricco.

Il gatto Sacro di Birmania

Al primo posto troviamo senz’altro questo esemplare, conosciuto ai più solo con il nome di Birmano. Si tratta di un esemplare molto elegante e puro nel suo incedere. Somiglia a una nuvola con occhi profondi e cuore d’oro.

Oltre a tutto questo, che già da solo non è poco, ha una spiccata curiosità dovuta al suo essere estremamente brillante. Poi è un gran giocherellone e si diverte tantissimo insieme a compagni di avventura bipedi di tutte le età, anche con i più piccini.

Un punto a suo favore e che può farci stare più sereni – senza per questo abbassare la guardia – è che siamo di fronte a un quadrupede che non reagisce quasi mai in modo aggressivo ai giochi bambini, che a volte somigliano a degli agguati.

Il gatto Siamese

gatto siamese

Tra le razze di gatti più adatte ai bambini c’è senz’altro lui: il Siamese. La sua natura e il suo carattere affettuosi lo rendono particolarmente compatibile con l’indole dei più piccoli. È un felino molto vivace e curioso.

Da un lato, è un formidabile compagno di giochi, un tenero e dolce ‘fratellino’ da coccolare; dall’altra, è un gatto che sente forte il legame con la famiglia. A tal punto da essere paragonabile a un cane che aspetta dietro la porta di casa il ritorno a casa dei bipedi ai quali vuole bene.

Il ragdoll

Un nome e una garanzia, letteralmente. Il suo nome ricorda le bambole di pezza che, prese in braccio, si abbandonano completamente. Ecco, nonostante sia un essere vivente, anche questo felino reagisce in questa maniera quando è arrivato il momento delle coccole.

Molto elegante e con un pelo lungo che lo rende davvero fuori dal comune, può essere molto apprezzato per la sua indole docile. Inoltre, ha in genere una straordinaria resistenza al dolore. Fermo restando che per questo non va ‘torturato’ dai nostri figli, possiamo però considerare il fatto che l’irruenza sia in grado di gestirla meglio di altri suoi simili. Perfetto per i bimbi iperattivi, insomma.

Il Maine Coon

gatto gigante

Nonostante l’espressione seriosa, lo sguardo profondo e la stazza fuori standard possano far credere il contrario, questo felino ha un carattere che lo fa entrare di diritto nella lista delle razze di gatti più adatte ai bambini. Siamo di fronte a un peloso estremamente socievole e amabile con il prossimo, di qualsiasi età sia.

Possiamo definirlo un gigante buono, nel vero senso della parola. Il corrispettivo felino dell’Alano, per chi ha dimestichezza con i migliori amici dell’uomo. Il suo punto di forza è che si affeziona particolarmente a chi considera parte della famiglia e ama l’acqua, un dettaglio non scontato e che si sposa perfettamente con i gusti ludici dei più piccoli.

Il gatto Havana

La sua origine è facilmente intuibile, ma ciò che ci interessa in questo momento è la sua indole. Intelligente come pochi altri al mondo, ama giocare, scherzare e ricevere coccole e carezze. Non trattiamolo come un peluche, ma ci somiglia per certi versi.

È socievole con adulti e bambini, sia con chi conosce che con gli estranei. La sua energia è contagiosa e inesauribile, perfetta per chi ha un bimbo particolarmente esuberante.

Il Persiano

gatto persiano

Conosciuto anche come “la tigre del divano”, è presto descritto il suo carattere: pacifico, tranquillo ed estremamente paziente. Inoltre, ha un pregio che non è facile trovare in altre razze di gatti, indipendentemente dal fatto che siano adatte ai bambini o meno.

Il Persiano, infatti, non soffre particolarmente le novità e i cambiamenti improvvisi. Un trasloco, una new entry in famiglia non sono un problema o un motivo di stress per questa piccola palla di pelo fuori dal comune. Se vogliamo, possiamo anche pensare di aumentare i componenti a quattro zampe: ne sarebbe felicissimo.

Il Cornish Rex

Anche lui si distingue per la sua indole molto affettuosa, ma è anche un gran giocherellone ed è tanto divertente: sempre pronto a saltellare in giro per casa e a rincorrere i suoi giochi preferiti, soprattutto se a lanciarli è un bimbo, il suo compagno di avventure.

È perfetto per assistere nella crescita il più piccini, ma possiede comunque un carattere estroverso con tutti i bipedi che incontra. Non si può dire lo stesso con altri animali, in quel caso diventa estremamente territoriale.

Lo Scottish Fold

gatto con orecchie piegate

Tra le razze di gatti più adatte ai bambini, c’è lui: dall’aspetto inconfondibile e adorabile, a prescindere dal fatto che si sia amanti o meno dei felini.

Grandi occhi profondi e orecchie piegate in avanti, gli viene riconosciuta una dolcezza straordinaria e la capacità di cucire legami con esseri umani e pet di tutte le età.

Il gatto Himalayano

Il risultato dell’incrocio tra il Persiano e il Siamese, l’Himalayano è un felino che si fa apprezzare per il fatto di essere coccolone e giocherellone. Adora instaurare un legame con i più piccini della famiglia, ma anche con gli adulti. Non fa distinzioni.

Lo potremmo definire anche un cantante provetto, sempre pronto a miagolare con la sua voce delicata e mai invadente. Insomma, ha sempre qualcosa da dirci.

Il gatto esotico

gatto esotico

Ultimo dell’elenco delle razze di gatti più adatte ai bambini è lui, ma non ne facciamo certamente una questione di importanza. Infatti, forse, tra i felini è il più amorevole di tutti e non sopporta la solitudine. Ecco un altro gatto che potrebbe essere scambiato tranquillamente con un cane e nessuno se ne accorgerebbe, se non fosse per l’aspetto esteriore.

Attenzione, però, prima di adottarlo, teniamo presente che se viene lasciato solo per molte ore rischia di ammalarsi di depressione! Insomma, fa miao ma potrebbe benissimo fare bau. Non è raro, infatti, che il migliore amico dell’uomo soffra di ansia da separazione.