Roberta, la gatta randagia che ha chiesto aiuto

Questa meravigliosa micia è andata a chiedere aiuto alla famiglia perfetta per lei, lasciandosi la vita da randagia alle spalle

La storia di questa gatta di nome Roberta è davvero meravigliosa. Lei era una randagia ma quando ha avuto bisogno di aiuto, ha scelto la famiglia perfetta a cui chiederlo. Da quel momento, tutta la sua vita è cambiata per sempre.

Tutto è iniziato quando una gatta in brutte condizioni è arrivato all’Animal Welfare League di Arlington in Virginia. Alcuni volontari l’avevano trovata che vagava per strada e la micia si era avvicinata a loro come per chiedere aiuto.

La micia, chiamata poi Roberta, aveva diversi problemi di salute. Era magrissima, ricoperta di olio e aveva il pelo completamente arruffato. Una volontaria del rifugio, che si chiama Asa, ha deciso di accoglierla in casa per aiutarla a rimettersi in forma.

Dopo diversi esami, i veterinari hanno potuto vedere con molta felicità che le cure iniziavano a fare effetto. Tutto questo anche grazie ad Asa che non si era tirata indietro quando si è trattato di ospitarla per aiutarla a guarire!

Nonostante le sue brutte condizioni e la sua vita da randagia, la piccola Roberta era incredibilmente amichevole ed affettuosa fin dall’inizio. “È venuta immediatamente da me e ha iniziato a fare le fusa“, ha raccontato la volontaria.

E ancora: “Si è persino avvicinata ai miei cani come per dire ‘ciao’. Era così amorevole e fiduciosa nei confronti degli umani“. Insomma, Roberta sembrava essere davvero a suo agio nella sua nuova casa. Sembrava che stesse amando quella vita.

Ormai la micia aveva deciso che quella era la sua casa e si stava comportando come se lo fosse sin da subito! Sono sempre loro a scegliere, no? E infatti, anche la piccola Roberta aveva già deciso che Asa era la sua nuova umana!

La gatta aveva bisogno di aiuto e lo ha chiesto ai volontari, dopodiché è stata proprio Asa a curarla e a rimetterla in sesto. Roberta ha capito subito che lei era perfetta e il legame che si è creato tra loro è stato subito molto forte!

Perciò, una volta che la gatta si è ripresa completamente, la volontaria non ha potuto fare altro che firmare i documenti dell’adozione. D’altronde Roberta aveva già deciso dove vivere, e come si fa a sfuggire alla volontà di un gatto? Non si può! Ed è per questo che Asa e la sua gatta ora stanno vivendo sotto lo stesso tetto e si stanno dando amore incondizionato. Niente poteva andare meglio di così per loro!

LEGGI ANCHE: Jeanne, la gatta ex randagia non si fidava degli umani

Altri articoli che potrebbero interessarti dai siti del nostro Network:

Articoli correlati