Rozzano (MI), due gattini abbandonati vengono assunti dal Sindaco

A Rozzano (Mi), due gattini abbandonati sono stati assunti dal Sindaco che ha aperto loro le porte del Comune

Gattini assunti

A Rozzano, Milano, il Sindaco ha assunto al Comune due gattini abbandonati, donando loro una possibilità di vita felice.

Oggi quindi ci rendiamo finalmente portavoce di una bella notizia. Tra le tante notizie di abbandoni, maltrattamenti e violenza ai danni dei gatti che purtroppo ogni giorno vi raccontiamo, finalmente arriva una notizia che ci aiuta a capire che al mondo esistono anche tantissime persone dalla parte dei nostri amici a quattro zampe.

Notizie come questa ci riempiono di speranza e ci aiutano a capire quanto sia importante non arrendersi mai.

A dare la notizia è stato proprio il Comune di Rozzano. Rozzano è un Comune di più di 42 mila abitanti in provincia di Milano.

Il Comune ha da poco approvato un regolamento comunale che consente ai lavoratori di portare con loro il oro amici a quattro zampe. Ovviamente se i colleghi sono d’accordo e se non ci sono problemi di allergie o fobie.

Il primo a dare l’esempio è stato proprio il Sindaco della città, adottando due amici a quattro zampe abbandonati.

Qualche giorno da i volontari di un’associazione animalista hanno trovato i due amici a quattro zampe.

Non sapendo cosa fare, hanno deciso di rivolgersi direttamente al Sindaco della città. Il Comune ha quindi deciso di assumere i due felini.

I gattini abbandonati e assunti dal Comune di Rozzano si chiamano Cris e Major e oggi rendono le giornate dei dipendenti comunali meno pesanti.

Sono già delle star per la città e tutti si dicono entusiasti della loro presenza negli uffici. Trascorrono le loro giornate felicemente, tra le coccole di tutti i dipendenti.

Nel post della pagina Facebook del comune si legge che tutti i dipendenti sono felici della presenza dei due amici a quattro zampe.

Tra l’altro non p neanche la prima volta che siamo di fronte ad una notizia del genere. Ecco a voi Stepan, il gattino Influencer che lavora in una biblioteca con tanto di stipendio.