Sophie, la gattina cieca che ha superato il dolore grazie alla sua famiglia e ad un altro felino (video)

La storia di Sophie, la gattina cieca che dopo il dolore ha conosciuto l'amore grazie alla sua famiglia e ad un altro felino

Gattino cieco

La protagonista della storia e del video di oggi si chiama Sophie ed è una gattina cieca che oggi può dirsi veramente felice.

Può farlo grazie al suo angelo custode, un uomo che le ha regalato una vita felice e piena di amore e grazie anche ad un altro felino, che invece le ha insegnato a vivere serena nonostante la sua difficile condizione.

Prima di incontrare Sophie, Peter aveva un’altra gattina, Tabitha. Quando la sua amica a quattro zampe se n’è andata, per Peter il dolore è stato tantissimo.

L’uomo è riuscito a trovare un po’ di conforto guardando le foto della gattina che non c’era più. Ha deciso così di dedicarsi nel tempo libero a fotografare gli animali.

Soprattutto gli amici a quattro zampe dei rifugi, sperando così di aiutarli a trovare una famiglia.

Durante una delle sue sessioni di fotografie, Peter ha incontrato Sophie. Era andato a fare qualche foto agli animali della Spartanburg Humane Society.

Fin dal loro primo incontro, Peter e Sophie hanno stretto un legame speciale. Il ragazzo ha dichiarato che quel giorno non ha neanche toccato la macchina fotografica, preso solo dalla sua amica quattro zampe.

Ha deciso così di adottarla, regalandole un futuro felice e una vita piena di amore. Per la gattina Sophie non è stato facile ambientarsi nella nuova casa, vista anche la sua condizione difficile.

Qui è entrato in gioco Pixel, l’altro gatto di Peter. Grazie alla presenza di un altro felino, Sophie è riuscita ad adattarsi alla perfezione al nuovo ambiente.

Oggi è finalmente una gattina felice. Adora andare in giro con il guinzaglio insieme al suo proprietario e finalmente ha conosciuto l’amore.

Ecco quindi il video della rinascita di Sophie, la gattina cieca che dopo la solitudine ha incontrato la felicità. Proprio come è successo a Smeagol, il gattino che dopo la vita da randagio ha conosciuto la felicità.