Sven, il gattino con due zampe che dopo i maltrattamenti ha conosciuto l’amore (video)

La nuova vita di Sven, il gattino con solo due zampe che dopo i maltrattamenti ha conosciuto l'amore (video)

Il protagonista della storia e del video di oggi si chiama Sven ed è un gattino con solo due zampe che dopo i maltrattamenti può finalmente dirsi felice.

Anche la storia di oggi quindi è una storia a lieto fine. Quasi ogni giorno vi raccontiamo storie di amici a quattro zampe abbandonati, maltrattati o peggio ancora uccisi da coloro che avevano promesso di amarli e prendersi cura di loro.

Oggi invece vogliamo raccontarvi una storia a lieto fine. Una storia in cui ci sono anche i maltrattamenti e la sofferenza, ma che per fortuna si conclude nel migliore dei modi.

La vita di Sven inizia tutta in salita. Sven nasce in una casa in cui sono presenti almeno altri 20 gatti. Nasce con una malformazione e ha solo le zampe anteriori.

Il piccolo felino è abbandonato a se stesso. Nella sua casa i gatti sono lasciati allo stato brado e il gattino non riceve le cure necessarie.

In seguito ad una segnalazione, le forze dell’ordine controllano il casale in cui vive. Sven viene trovato in condizioni davvero disastrose ed è evidente a tutti che ha bisogno di aiuto.

Subito dopo il salvataggio, il piccolo inizia a stare meglio. Adesso deve vincere la sua seconda battaglia: deve trovare una famiglia.

I volontari del rifugio in cui vive sanno che si tratta di un’impresa davvero difficile. Se per un felino in salute è difficile trovare una famiglia, pensate quanto sia difficile trovarla per un gatto che ha solo due zampe.

Ma i volontari del rifugio non avevano fatto i conti con Valerie. Quando la donna ha letto la sua storia ha deciso di fare qualcosa. Voleva aiutare quel felino e sapeva che c’era solo un modo per farlo: doveva adottarlo.

Oggi il gattino Sven vive la sua vita felice e come potete vedere nel video qua sotto quasi non si accorge di avere solo due zampe.

La storia del gattino Sven è quindi una storia a lieto fine. Proprio come quella di Butters, il gattino con la Sindrome di Manx che dopo il dolore è felice.

Altri articoli che potrebbero interessarti dai siti del nostro Network:

Articoli correlati