Tessa e Tilly, i gattini che hanno perso la vista

Questi due poveri gattini erano dei randagi e purtroppo hanno perso gli occhietti a causa di un'infezione non curata

La storia di questi due gattini che si chiamano Tessa e Tilly non è iniziata nel migliore dei modi, ma fortunatamente, si è conclusa diversamente. Loro erano due piccoli randagi e a causa di un’infezione non curata, hanno perso gli occhietti.

Tutto è iniziato quando alcuni passanti hanno notato i piccoletti per strada. Avevano gli occhi chiusi ed erano in pessime condizioni di salute. Così senza perdere troppo tempo, hanno chiamato alcuni volontari locali per farli aiutare.

Quando i volontari sono arrivati, si sono resi conto immediatamente che la situazione era più grave di quella che sembrava. Così di corsa, hanno portato Tessa e Tilly, è così che li hanno chiamati, in una clinica veterinaria per farli visitare.

Senza esitare, i veterinari hanno iniziato a visitarli e purtroppo, sono arrivati tutti alla stessa conclusione: gli occhietti andavano tolti. Tessa e Tilly stavano soffrendo molto. L’infezione era molto estesa e il musetto faceva molto male a entrambi.

Così, per il loro bene e la loro salute, sono stati operati. Oggi Tessa e Tilly non hanno più gli occhietti ma hanno imparato a vivere diversamente. Sono autonomi e fanno tutto quello che ogni altro micio della loro età, si diverte a fare.

Insomma, hanno imparato a vivere senza gli occhietti e si affidano agli altri sensi che si stanno sviluppando ancora di più! Ora hanno una vita piena d’amore e felicità davanti e presto saranno adottati da una famiglia speciale. Non poteva andare meglio di così per loro! Sì, non hanno più gli occhietti, ma hanno la vita che meritavano!

Ora non vedono l’ora di andare a vivere nella loro nuova casa. Sono così impazienti, ma sono ancora troppo piccoli per andare via. Non ci vorrà molto prima che ogni loro desiderio sarà esaudito. Tessa e Tilly avranno presto la vita che hanno sempre desiderato!

LEGGI ANCHE: Leon, il gatto randagio investito da un’auto

Altri articoli che potrebbero interessarti dai siti del nostro Network:

Articoli correlati