Un uomo maltratta brutalmente un gatto e lo investe solo perché il micio cercava riparo sotto la sua macchina

Secondo le ricostruzioni l'uomo ha dato di matto quando si è accorto che il gatto cercava riparo sotto la sua auto, dando sfogo alla sua ira

Purtroppo ancora al giorno d’oggi esistono delle persone che non capiscono quanto valga la vita di un animale. Per molti sono ancora considerati inferiori e ininfluenti e per questo non si fanno scrupoli nel maltrattarli o nel farli soffrire in altri modi. Un esempio lampante è la vicenda accaduta ad Alicante, in Spagna, dove un uomo ha deliberatamente picchiato a calci e pugni un gattino e poi lo ha investito con la sua macchina. Lo scatto d’ira sembrerebbe essere del tutto ingiustificato, infatti secondo le ricostruzioni e le testimonianze dei passanti, l’uomo avrebbe dato di matto quando si è accorto del micio che cercava riparo sotto la sua auto.

gatto sulla ruota di una macchina

Il povero gatto, a dirla tutta, non era un randagio e non doveva affatto trovarsi li in quel momento; sicuramente è stato molto sfortunato, ma almeno adesso ha qualcuno che si occupi delle sue cure. Il micio infatti è di proprietà di una donna di Alicante, che lo tiene come gatto domestico; un giorno l’animale è scappato da casa e quando la signora non lo ha visto rientrare ha deciso di uscire in strada a cercarlo. Con sua grande sorpresa si è ritrovata davanti ad una scena mai vista prima. Polizia e Protezione animali collaboravano insieme per mettere in salvo il gatto e punire il malfattore; quando la donna è arrivata, il micio era già in un trasportino diretto verso la clinica più vicina.

penitenziario

Le ferite dell’animale testimoniano chiari segni di investimento ed altri tipi di percosse che hanno generato al povero gatto non poche sofferenze. Il micio per fortuna è sopravvissuto ma ovviamente avrà una lunga convalescenza di cui si occuperà la sua padrona; la donna inoltre ha sporto denuncia al 29enne, che avendo precedenti penali ora si trova in carcere.

LEGGI ANCHE: Il gatto racconta in prima persona la storia del suo salvataggio

Altri articoli che potrebbero interessarti dai siti del nostro Network:

Articoli correlati