Ascesso nel gatto: cause, sintomi e trattamento

Perché si forma un ascesso nel gatto? Quali sono esattamente i sintomi e qual è il trattamento giusto? Ecco la risposta.

gatto su tavolo

La pelle è una barriera che protegge il nostro organismo da tante minacce, e lo stesso avviene nei gatti: se però dei batteri restano intrappolati al suo interno finiscono col moltiplicarsi e causare delle sgradevoli infezioni chiamate ascessi. Vediamo ora cosa c’è da sapere sugli ascessi nel gatto: cause, sintomi e trattamento.

 

due gatti in atteggiamento ostile

Per quanto tutti gli animali, compresi gli esseri umani, possano sviluppare gli ascessi, i gatti vi sono particolarmente predisposti e per due cause principali:

  • I gatti sono dotati di unghie e denti molto affilati e quando combattono tra loro non esitano a procurarsi a vicenda ferite che possono infettarsi facilmente;
  • La loro pelle guarisce facilmente richiudendosi sopra una ferita ancora infetta e intrappolandovi i batteri introdottisi con un morso o un graffio.

Una volta dentro, i batteri si riproducono, favoriti dall’ambiente ideale causato dalla pelle. L’organismo cercherà di combatterli con i globuli bianchi, ma l’infezione è ancora sottopelle. È così che si crea una sacca piena di pus, che si va allargando provocando dolore all’animale. Se non si interviene vi è il rischio di setticemia.

Sono inoltre più soggetti alla comparsa di ascessi tutti i gatti affetti da diabete, FIV e FeLV poiché le loro difese immunitarie sono ridotte.

ascesso in un gatto

È piuttosto facile riconoscere un ascesso, che si presenta come un rigonfiamento (dapprima rigido, poi più morbido e pronto a scoppiare rilasciando pus) attorno al quale può esserci perdita di pelo; un altro sintomo di infezione è il calore emanato dalla ferita. Durante un ascesso, a seconda della gravità, il gatto potrebbe anche soffrire di febbre, inappetenza, letargia e malessere generico.

Le zone più suscettibili alla comparsa di ascessi sono le guance, il muso, le orecchie, le zampe e la coda. Il gatto può anche presentare ascessi alla bocca per via di una infezione ai denti e non necessariamente per via di ferite o punture di insetti.

gatto con zampa fasciata

Una volta identificato un ascesso è importante non intervenire personalmente cercando di manipolarlo né tantomeno perforarlo: la cosa migliore da fare è rivolgersi a un veterinario, che procederà al trattamento più adatto e sicuro per il vostro gatto. Generalmente esso consiste nel drenare il pus svuotando e pulendo l’ascesso, rimuovere un eventuale dente infetto e somministrare antibiotici per via orale o tramite iniezione. Nel caso di ascessi lievi è possibile ricorrere a rimedi naturali per incoraggiare la fuoriuscita del pus, ma è sempre bene farlo col benestare del medico.