Boo, il gattino randagio che ha imparato ad amare

Questo bellissimo gattino, da quando ha imparato ad apprezzare gli umani, ha cambiato completamente vita

Per un randagio non è così semplice fidarsi degli umani e questo gattino che si chiama Boo lo sa benissimo. Lui aveva moltissima paura delle persone perché è nato per strada e non aveva mai avuto nessun contatto con loro!

Quando però alcuni volontari lo hanno trovato, hanno deciso di provare a salvarlo. Il piccolo Boo non era in buone condizioni di salute ed era molto chiaro avesse bisogno di aiuto. Così lo hanno portato subito al rifugio!

Il gattino ha subito mostrato a tutti il suo bel caratterino. Aveva molta paura degli umani e continuava a soffiare e a mostrare gli artigli. Ma i volontari sapevano perfettamente che prima o poi avrebbe capito e si sarebbe calmato.

LEGGI ANCHE: Gatto diventa il migliore amico di un neonato

Dopo diversi giorni in clinica, una volontaria di nome Nadija, ha deciso di accoglierlo in casa per farlo abituare un po’ al contatto. Ma soprattutto, voleva farlo socializzare perché era chiaro che oltre alla sua famiglia felina, non aveva visto nessun altro!

Da quel momento però, la vita del piccolo Boo è cambiata per sempre. Ha iniziato piano piano ad apprezzare la vita domestica e dopo diversi giorni ha deciso di farsi coraggio ed avvicinarsi alla sua umana adottiva.

In quel preciso istante, il piccolo gattino ha capito che non doveva avere paura delle persone. Loro lo stavano aiutando e si erano prese cura di lui! Così giorno dopo giorno ha preso sempre più coraggio e ora non smette di chiedere attenzioni.

Il dolce Boo si è completamente trasformato e adesso è diventato una vera macchina da fusa. Non fa altro che chiedere coccole alla sua umana adottiva! Il micetto ha tirato fuori il suo lato migliore e ora è un vero coccolone. Sono certa che troverà prestissimo una famiglia disposta ad amarlo e a prendersi cura di lui per sempre!

LEGGI ANCHE: Gatto malato non viene curato: è polemica

Altri articoli che potrebbero interessarti dai siti del nostro Network:

Articoli correlati