Gatto Chausie, pelo: colori, particolarità, motivi e toelettatura

Il pelo degli esemplari di Chausie è ammesso in tre varianti con colori che vanno dal tabby bruno/marrone al nero più compatto

gatto ibrido tra felino selvatico e domestico

Il mantello è una delle peculiarità del Chausie, un gatto a pelo corto ma molto fitto che nell’aspetto ricorda quello dei felini selvatici.

Questo gattone di grandi dimensioni è il frutto dell’incrocio tra gatti della giungla (Felis Chaus) e comuni gatti domestici, perciò mantiene caratteristiche proprie di entrambi.

Chausie: mantello e pelo

Il gatto Chausie è il risultato di vari incroci tra esemplari di gatti della giungla, chiamati Felis Chaus, e alcune razze di gatti domestici.

Perciò nell’aspetto ricorda entrambi, in particolar modo le dimensioni sono quelle proprie dei felini selvatici.

sguardo del gatto chausie

Il Chausie è un gattone ibrido la cui selezione è ancora in corso perciò lo standard di razza non è stato ancora riconosciuto da tutti i maggiori club e associazioni internazionali.

In generale, però, possiede delle caratteristiche del mantello ben precise che mixano insieme tratti tipici di gatti come l’Abissino, il Somalo, l’Orientale e altri.

Questa razza felina è classificata tra i gatti a pelo corto e in effetti gli esemplari sono caratterizzati da un mantello quasi rado.

Il pelo ha la stessa lunghezza su tutto il corpo ed è parecchio fitto rispetto a quello dei comuni gatti a pelo corto.

Tutti i colori del Chausie

Lo standard di razza del Chausie è stato riconosciuto e ufficializzato nel 1995 dalla TICA – The International Cat Association.

In seguito ottenne altri riconoscimenti, ma soltanto da associazioni e club minori. I grandi enti internazionali ancora non riconoscono la razza come tale.

Secondo la classificazione della TICA il gatto Chausie ammette il mantello a pelo corto, come abbiamo visto, e di alcuni specifici colori e motivi.

Al momento sono ancora in corso incroci e selezioni di questi esemplari e capita non di rado che vi siano delle “eccezioni” alla regola.

Tuttavia ai fini dell’ammissione a concorsi ed esposizioni il Chausie è ammesso soltanto in tre specifiche varianti.

Il mantello può essere nero solido, quindi puro e senza sfumature, tabby con ticchettature di colore nero (il classico “tigrato”) oppure tabby con ticchettature nere, il cosiddetto “brizzolato”.

Il Chausie, inoltre, è l’unica razza felina che può presentare delle particolarissime punte argentate su ciascuno di questi mantelli.

Tra i colori ammessi non possiamo dimenticare quelli degli occhi che possono essere di color giallo e oro (anche se sono ammesse tutte le sfumature di giallo) e anche di colore verde.

Chausie: pelo nero solido

Gli esemplari di Chausie con il pelo di colore nero presentano un mantello praticamente privo di qualsiasi sfumatura.

chausie di colore nero

Capita talvolta che abbiano delle brizzolature talmente leggere da confondersi con la base nera e che quindi dei tabby vengano scambiati per neri.

Questa varietà di pelo è molto bella e particolare e alla luce del sole spesso produce uno splendido riflesso bruno che in condizioni luminose normali non si vede.

Altra particolarità della razza: nella gran parte dei casi i cuccioli di Chausie nascono con il pelo completamente nero.

Quindi soltanto crescendo possiamo capire effettivamente di che colore sarà il mantello, che si schiarisce con il passare delle prime settimane di vita.

In genere un indizio che ci fa intuire come sarà il pelo del Chausie è la presenza nei cuccioli di piccole macchie più chiare sul mento o sul collo.

In questo caso è molto probabile che i gattini crescendo non saranno completamente neri, ma svilupperanno il cosiddetto motivo tabby.

Chausie: variante “brizzolata”

Questa particolare varietà di mantello, chiamata comunemente “brizzolata”, è tipica degli esemplari di Chausie che abbiano antenati Felis Chaus.

gatto che vive nella natura

Anzi soltanto i Chausie che provengono da incroci con gatti della giungla possono nascere con questo tipico colore di pelo.

Tecnicamente parliamo di mantello tabby ticchettato di nero con colore di fondo nero. Una sorta di “tono su tono” che produce un effetto unico.

L’effetto brizzolato che questo tipo di mantello produce alla vista è dovuto a una particolare distribuzione del colore.

In pratica ogni singolo pelo del gatto non è completamente nero o completamente grigio, bensì grigio alla radice e nero alla punta.

Di solito il pelo “brizzolato” nei Chausie raggiunge la sua definitiva forma entro i tre anni di vita.

Chausie: variante tabby marrone

Gli esemplari di Chausie nascono spesso con il pelo cosiddetto tabby, praticamente “tigrato”, con una base di color bruno/marrone.

gatto tabby di colore marrone

In questi gatti le striature sono più fitte nella parte interna e superiore delle zampe, sulla coda (ad anelli con la punta nera) e intorno agli occhi.

Gli allevatori impegnati nella selezione del Chausie producono una vasta gamma di mantelli con moltissime tonalità di marrone e bruno.

Tuttavia evitano volutamente di produrre mantelli rossicci, troppo simili a quelli degli esemplari di Abissino.

Quindi il Chausie tabby marrone ticchettato di nero può avere il pelo color marrone chiaro dorato, beige caldo, beige freddo e anche una particolare variante che nasce da un mix di grigio e marrone.

Pelo del Chausie: toelettatura

Un gatto dal pelo corto come il Chausie potrebbe trarci in inganno, facendoci credere che non gli serva una toelettatura troppo frequente: sbagliato!

Il Chausie è un gatto a pelo corto ma allo stesso tempo particolarmente fitto e spesso, perciò ha bisogno di essere spazzolato regolarmente.

Basta spazzolarlo almeno una volta alla settimana, approfittandone come sempre per dare un’occhiata allo stato della pelle e all’eventuale presenza di detriti o insetti e parassiti.

Per quanto riguarda il bagno, invece, non è necessario farlo troppo spesso. Dipende naturalmente da eventuali gite fuori porta, in cui il gatto può sporcarsi e portare a casa di tutto!

In generale il Chausie pensa da sé alla pulizia del suo bel pelo, come tutti i gatti è dedito all’igiene personale quasi in modo maniacale.