Chunk Chunk, la mamma che salva i gattini durante una bufera di neve (VIDEO)

chunk chunk mamma salva gattini durante bufera neve

Quando il clima e le sue condizioni estreme si abbattono su una città qualsiasi, i primi a rimetterci sono coloro che non hanno un tetto sulla testa. Questo vale anche per tutti gli animali randagi, come lo è stata la gatta Chunk Chunk e i suoi piccoli.

chunk chunk richiesta aiuto neve

Un’autentica bufera di neve colpì la città di New York; Chunk Chunk e i suoi gattini nati da poche settimane cercarono per ore un riparo sicuro. La mamma, con il suo eccellente istinto, scelse la casa giusta.

Di prima mattina, Renee Becerra sentì dei raschi sulla porta di casa, quella che dava sul giardino. Si alzò di fretta, incuriosita da quei rumori strani; la sorpresa fu immensa quando vide una famigliola di gatti pronti per ricevere il suo aiuto.

Istintivamente Renee preparò una cesta piena di coperte e la sistemò in soggiorno, quando ritornò dai piccoli, notò la scomparsa della mamma. La donna fece un veloce giro per il giardino innevato ma non trovò traccia della madre.

Senza farsi troppe domande portò al caldo i piccoletti e chiamò il suo fidanzato, Nathaniel, per farsi dare una mano.

chunk chunk gattini rifugio

I gattini trascorsero qualche giorno in casa prima che la stessa Renee prendesse una decisione importante, quanto giusta.

Una chiamata all’American Society for the Prevention of Cruelty to Animals (ASPCA) di New York, permise il trasferimento dei gattini in un rifugio accogliente, che avrebbe pensato a trovare loro una casa ed una famiglia amorevole.

chunk chunk gatta ritorno dopo mesi

La faccenda però non si concluse in questo modo, mancava ancora un personaggio all’appello. La nostra Chunk Chunk si presentò davanti la stessa porta di casa dopo circa 2 mesi, durante un’altra violenta tempesta di neve.

chunk chunk amore famiglia gatta

Renee e Nathaniel furono entusiasti di far entrare la gatta nella loro casa e non solo, ma anche nei loro cuori. La coppia divenne da quel giorno la sua famiglia, così anche Chunk Chunk scoprì il calore di una casa.