Gatto triste: tutti i segnali, comportamenti e cosa fare

È di certo desiderio di tutti i gattari avere un gatto felice ed in salute. Purtroppo non sempre è così, vediamo come si comporta un gatto triste.

Assicurarsi che il proprio gatto sia felice ed in salute è di certo uno degli obiettivi principali di ogni gattaro. È quindi importante saper riconoscere i segnali che indicano che qualcosa non va. Improvvisi cambiamenti nel comportamento del vostro gatto possono essere sintomo di disagio fisico e mentale. Questo disagio può dipendere da svariati fattori che possono essere riconducibili a situazioni che causano stress o problemi di salute. È perciò fondamentale osservare attentamente i comportamenti del proprio gatto per potere, non solo individuare uno stato di disagio, ma anche determinarne le cause. Ma come si comporta un gatto triste? Esaminiamo i principali segnali e cosa fare per aiutarlo in caso di depressione.

Scarso appetito

gatto non mangia

L’improvviso scarso appetito può indicare che il vostro gatto sia triste per qualche ragione. I gatti tristi tendono ad ignorare qualsiasi tipologia di cibo, compresi i loro cibi preferiti. La mancanza di appetito può essere causata da stress, dall’insorgenza di una grande quantità di patologie o anche da disturbi dovuti all’infiammazione della bocca (ad esempio mal di denti e gengiviti) e della gola.

Insorgenza di patologie e disturbi fisici

un gatto triste dal veterinario

Latristezza di un gatto può essere dovuta all’insorgenza di malattie e disturbi fisici, ma allo stesso modo uno stato depressivo può portare il gatto a sviluppare problemi di salute. È perciò fondamentale assicurarsi che il proprio gatto sia felice ed in salute con l’aiuto del veterinario di fiducia. Regolari check-up possono aiutare a prevenire malattie e disagi. Inoltre con l’aiuto del veterinario potrete individuare più facilmente le possibili cause di depressione nel vostro micio.

Aggressività e paura

un gatto aggressivo

Un gatto triste può avere la tendenza a rispondere a stimoli esterni in maniera diversa rispetto a quella che normalmente fa parte della propria indole. Un gatto tendenzialmente docile e affettuoso può, sottoposto a situazioni di stress e paura, essere particolarmente nervoso ed avere reazioni aggressive anche nei confronti di una semplice carezza. I cambiamenti anomali di umore nel gatto possono essere sintomo di sofferenza fisica oltre che mentale.

Disinteresse verso il gioco e mancanza di curiosità

gatto che non gioca

I gatti tristi, o depressi, tendono a dimostrare mancanza di interesse verso attività che normalmente amano in maniera particolare, come ad esempio il gioco e l’esplorazione. Come sappiamo, i gatti, in quanto predatori nati, sono creature estremamente curiose e giocose, attraverso il gioco infatti sfogano il loro istinto predatorio e attraverso l’esplorazione e la scoperta di posti e oggetti nuovi soddisfano la loro curiosità. Un gatto triste è apatico e non risponde agli stimoli esterni come farebbe in situazioni normali.

Attaccamento morboso e tendenza a nascondersi

gatto che si nasconde

Un gatto triste può manifestare un attaccamento morboso improvviso verso il suo umano, o in maniera opposta, può avere la tendenza a nascondersi. Gatti che caratterialmente hanno la tendenza ad avere paura degli estranei possono avere la tendenza a mostrarsi ancora più spaventati del normale.

Scarsa cura dell’igiene e del pelo

gatto con pelo non curato

Un gatto triste o depresso può perdere interesse nella propria igiene e nella cura del proprio pelo. Come sappiamo i gatti sono animali estremamente puliti e tendono a leccarsi il pelo per mantenerlo pulito e ordinato svariate volte al giorno. In situazioni anormali in cui un gatto perde interesse nell’igiene personale, il suo pelo può risultare disordinato e sporco.

Sonnolenza eccessiva

un gatto triste che dorme

I gatti, come è noto, amano dormire e passano buona parte delle loro giornate a sonnecchiare in giro per la casa. Il sonno per i gatti è prezioso, infatti, un gatto che dorme una quantità appropriata di tempo in relazione alla sua età è normalmente un gatto felice ed in salute. Un gatto che dorme in maniera eccessiva però può essere sintomo di tristezza, noia, depressione, o dell’insorgenza di malattie.

Marcare il territorio in maniera compulsiva

gatto che si fa le unghie

I gatti sono soliti marcare il territorio quando si fanno le unghie, quando si strusciano sugli oggetti e, nel caso degli esemplari maschi, quando lasciano tracce di urina. Marcare il territorio è non soltanto un mezzo per comunicare con gli altri gatti, ma può anche essere un modo per far si che il gatto si senta a proprio agio all’interno del suo ambiente familiare. Attraverso i gesti sopra citati infatti, i gatti rilasciano il proprio odore attraverso delle ghiandole odorifere presenti su svariate parti del corpo (zampe, fianchi, viso e coda).

Un gatto triste può avere la tendenza a marcare il territorio in maniera compulsiva nel tentativo di rendere l’ambiente intorno a se più confortevole e scaricare lo stress.

Articoli correlati