Quali sono i segnali che indicano che un gatto è felice?

Come facciamo a capire se il nostro gatto è davvero felice? Questi segnali sono inequivocabili e dovresti proprio conoscerli

Micio per certi versi è un vero enigma. Dobbiamo ammetterlo, i gatti non sono proprio delle creature “esuberanti” che mostrano le loro emozioni e pertanto spesso può essere difficile capire se il gatto è felice oppure no. Ma non impossibile!

Sfatiamo innanzitutto il mito (ormai abbastanza superato) secondo il quale i piccoli felini domestici sono animali incapaci di provare emozioni o affetto. Non è vero, siamo noi spesso a non accorgerci dei piccoli segnali che ci lanciano.

Ogni gatto ha il proprio carattere, alcuni sono più energici mentre altri sono molto più tranquilli e serafici. Tutti hanno in comune un modo particolare di dimostrare gioia e affetto, sta a noi imparare a capire come si comporta un gatto felice!

Indice

  • Un gatto che fa le fusa è (quasi sempre) felice
  • Mangia di gusto la sua pappa
  • Il gatto miagola di felicità
  • Mostra il pancino
  • Gioca e corre a più non posso
  • Un gatto felice dorme beato
  • Il gatto si struscia e fa la pasta? È felice!

Un gatto che fa le fusa è (quasi sempre) felice

gatto felice

Il linguaggio dei gatti è molto diverso dal nostro e da quello di altri quadrupedi. Basti pensare ai cani che tendenzialmente sono molto più esuberanti e “fisici” e non hanno problemi a farci capire se sono felici o meno. Per un gatto la felicità è fatta di piccole cose ed è altrettanto vero che ci fa capire di essere felice in modi spesso impercettibili.

Un esempio classico è il gatto che fa le fusa, a noi come ai suoi oggetti preferiti e persino a mobili e pareti. In genere questo comportamento è tipico del Micio contento, rilassato e in pace con sé stesso e con il mondo che lo circonda. Ci sta dicendo che si trova bene in casa ed è felice di stare in nostra compagnia, al punto che trova così il modo di dirci che ci vuole tanto bene!

Attenzione, però. Le fusa non esprimo sempre felicità e a volte possono indicare uno stato di nervosismo o malessere.

Mangia di gusto la sua pappa

crocchette per gatto

Avete presente quando la mamma si preoccupa perché non mangiate abbastanza e subito vi chiede se state male? Ebbene, lo stesso vale per i nostri amati gatti. È vero che tendenzialmente non parliamo di animali voraci che mangiano tutto quello che gli capiti sotto il muso (come i cani, che sono più golosoni), ma è innegabile che sia preoccupante vedere che Micio non mangia la sua pappa.

Che si tratti di crocchette o della sua scatoletta di umido preferita poco importa. Un gatto felice mangia di gusto ciò che gli mettiamo nella ciotola, viene a chiederci il cibo quando è l’ora della pappa, miagolando e strusciandosi sulle nostre gambe. Se non lo fa ed è inappetente, probabilmente sta male ed è di cattivo umore.

Il gatto miagola di felicità

denti del gatto

Sì, avete capito bene: i gatti possono miagolare per la felicità e la gioia. In genere associamo la vocalità ai cani (o a noi bipedi, che parliamo) ma in realtà anche Micio si serve del miagolio per comunicare emozioni e, nella gran parte dei casi, cerca proprio di dirci che sta bene ed è felice di ricevere la nostra compagnia.

È un bel privilegio, visto che di solito il gatto non miagola per “parlare”. Lo fa quando è spaventato da un suo simile (ma raramente), talvolta perché gli fa male qualcosa (altro caso specifico), ma quando un gatto miagola a un essere umano sta compiendo un gesto davvero molto speciale.

PS: Lo fa anche quando pretende la pappa nella ciotola, ma questo è un altro paio di maniche…

Mostra il pancino

gatto mostra la pancia

Il linguaggio dei gatti è fatto in gran parte di segnali fisici, quindi di pose e movimenti che (da soli o in combo) lo aiutano a esprimere ciò che sta provando in quel determinato momento. È per questo che, ad esempio, sappiamo che il gatto sta bene ed è rilassato ogni volta che dorme con le zampe piegate sotto al proprio corpo, magari tenendo gli occhi semichiusi (quando ci fa l’occhiolino).

Gli occhi del nostro gatto possono dirci molto a proposito del suo stato emotivo. Quando un gatto si riposa con gli occhi semichiusi dimostra di sentirsi al sicuro e rilassato. Il costante contatto visivo e la lenta chiusura delle palpebre sono segno di amore nei nostri confronti!

Questo è il perfetto ritratto di un gatto rilassato. Ma non è forse vero che relax e assenza di ansia rendono Micio tanto felice? Lo dimostra anche un altro comportamento che per un gatto è un grande (anzi, grandissimo) segno di fiducia: rotolarsi sulla schiena, mostrando il pancino.

(Attenzione solo a non accarezzarlo troppo, pena un bel graffio…)

Gioca e corre a più non posso

gatto in uno scatolo

Abbiamo detto che un gatto felice si vede anche da modo in cui mangia la sua pappa, con gusto e voglia di assaporare qualcosa di prelibato. La stessa cosa vale anche per il gioco, un’altra componente fondamentale nella vita di ogni piccolo felino domestico.

Un gatto che gioca è senza dubbio felice, perché ha la possibilità di sfogare le proprie energie e di mettere a frutto le proprie doti di cacciatore. Ecco perché non c’è da preoccuparsi quando fa gli agguati o si mette a correre a più non posso da una parte all’altra della casa. Ci sta semplicemente facendo capire che è contento di trovarsi nella sua casa e che gli stiamo dando gli stimoli giusti, quelli di cui ha bisogno per stare bene.

Un gatto felice dorme beato

gatto dorme

È felice un gatto che mangia di gusto, che corre e che gioca…ma anche quello che dorme beato! Anche qui, dormire è una delle attività preferite dalle nostre adorate palle di pelo, ma c’è modo e modo per farlo. In genere – lo sanno bene tutti i gattari – Micio dorme una gran quantità di ore durante il giorno, per poi essere più attivo dal tramonto in poi. Questo normalmente è un gatto felice e che sta bene.

Quando Micio, invece, dorme troppo poco potremmo interpretare questa “anomalia” come un indice di disagio fisico o emotivo. Come gli umani, inoltre, i gatti possono usare il sonno come meccanismo per affrontare la noia, la solitudine, la tristezza o la depressione. Le esigenze dei gatti legate al sonno cambiano a seconda dell’età e del livello di attività, è quindi importante monitorare le abitudini del proprio gatto per notare eventuali cambiamenti.

Il gatto si struscia e fa la pasta? È felice!

gatto che fa le fusa

I gatti che si strusciano sui propri umani li marcano come facenti parte del loro territorio. Questo gesto, in sostanza, serve a Micio per rivendicare il proprio “possesso” sulle persone a cui vuole bene, cosa che ha un significato molto chiaro: la loro presenza lo rende super felice!

Allo stesso modo un gatto che ci saluta con entusiasmo al mattino quando ci svegliamo o quando torniamo a casa è felice di vederci. Poi c’è il caso del gatto che “impasta”, riproducendo il tipico gesto di pressione che i cuccioli esercitano sulla mammella di Mamma Gatta quando allattano. Questo comportamento istintivo stimola la produzione di ossitocina, ormone dall’effetto rilassante e portatore di grande felicità!

LEGGI ANCHE: Gatto giù di morale: come sapere se è triste e come tirarlo su

Altri articoli che potrebbero interessarti dai siti del nostro Network:

Articoli correlati