Due gatti riproducono una scena epica del film “Il Re Leone” (VIDEO)

Ecco a voi un video davvero incredibile che vede due gatti protagonisti di una scena identica a quella del noto film d'animazione

Simba sta per essere travolto da una mandria di gnu impazziti quando il padre Mufasa arriva in suo soccorso. Dopo aver portato il cucciolo in salvo, però, il Re Leone si trova in pericolo, appeso con le unghie a una roccia a strapiombo sul vuoto. Scar, suo fratello, si avvicina e invece di aiutarlo lo lascia cadere. Chi non ricorda questa celebre scena del film “Il Re Leone”. Beh, i due gatti nel video di oggi, gnu a parte, hanno messo in scena una replica davvero identica.

due gatti

Proprio come Mufasa e Scar, questi due gatti si sono resi protagonisti di una scena davvero epica e molto crudele. La scena si svolge sulla tettoia di un negozio; Uno dei due mici sta cadendo di sotto e rimane aggrappato con tutte le sue forze. Il secondo gatto non pensa nemmeno per un secondo di aiutarlo, anzi, inizia a graffiargli le zampe e poi a morderlo. Stremato, il gatto appeso lascia la presa, ma per fortuna non ci sono degli gnu impazziti ad attenderlo stavolta.

LEGGI ANCHE: Krew, il gatto che ha fatto al web una richiesta speciale

Il video è stato caricato dalla pagina Instagram @cattoclipz e ovviamente ha raggiunto numeri altissimi in breve tempo, sfiorando i 400 mila like e moltissimi commenti. Senza dubbio è palese e assurda la similitudine con la scena del film ed i fan non si sono fatti attendere.

Si sa che i gatti sono degli animali unici e molto versatili, ma non ci aspettavamo che potessero anche ricreare scene di film famosi. Scherzi a parte, i due gatti probabilmente erano giunti a questo punto a seguito di uno scontro. I due sono molto probabilmente randagi e come spesso capita c’è una guerra per aggiudicarsi un territorio. In questo caso è stato un duello davvero impressionante e sicuramente bello da vedere.

LEGGI ANCHE: Rico, la gatta che ha chiesto aiuto ai volontari

Altri articoli che potrebbero interessarti dai siti del nostro Network:

Articoli correlati