Dymka, il gattino che ha perso le zampe per il freddo e che ora può camminare di nuovo

Gatto con le protesi

Oggi vogliamo raccontarvi la particolare storia di Dymka, un gattino che, nonostante la tanta sfortuna, oggi è (quasi) un felino felice.

La storia di questo bellissimo amico a quattro zampe arriva dalla Siberia, ma ha fatto in pochissimo tempo il giro del web perché è la classica storia che dimostra quanta forza abbiano i gatti.

Quante storie vi abbiamo raccontato di felini che, nonostante un destino crudele, sono riusciti a ribaltare la loro vita e a prendersi una rivincita?

Gatti che nonostante le tante sofferenze subite non si sono mai arresi e alla fine hanno cambiato un triste destino che sembrava già scritto in una vita felice.

Gatto con le protesi

Come la storia di Lady, la gattina senza orecchie che ha trovato una casa. O ancora la storia di Pipino, il gatto salvato in condizioni terribili che è finalmente felice.

E anche la storia di Dymka è la storia di un gattino che non ha mai smesso di lottare. Come detto la sua vicenda arriva dalla Siberia ed in particolare da Novokuznetsk.

Era Dicembre del 2018, quando un uomo si è fermato con la sua automobile a bordo della strada per prestare soccorso ad un gattino che sembrava quasi morto.

Ed in effetti, quel felino era davvero quasi morto. Era in uno stato avanzatissimo di ipotermia e per lui non restavano molte speranze di sopravvivenza.

Gatto con le protesi

Per fortuna l’intervento del suo salvatore è stato tempestivo e i veterinari hanno poi fatto il resto.

Purtroppo, però, i medici sono stati costretti ad amputargli sia le orecchie che le estremità di tutte e quattro le zampe.

Ma Dymka non si è mai arreso. Ha iniziato il suo lento e lungo percorso di cure ed oggi è finalmente un gatto felice.

Gatto con le protesi

Tutto grazie anche all’aiuto dei ricercatori dell’Università Politecnica di Tomsk che hanno preso a cuore la sua vicenda.

Hanno infatti realizzato delle speciali protesi in titanio stampate in 3D, che hanno permesso al felino di camminare di nuovo.

Non solo, perché oggi Dymka può anche correre, saltare, giocare e fare tutto ciò che fanno i suoi simili. Adesso per lui manca solo un’ultima cosa per dirsi veramente felice: una famiglia che voglia adottarlo e regalargli quell’amore che merita.