Fusa nel gatto: una leggenda per spiegarne l’origine

primo-piano-gatto-in-bianco-e-in-nero

La leggenda di origine incerta per spiegare il perché il gatto ha la strabiliante capacità di fare le fusa.

Cosa contraddistingue il gatto da altre specie animali, oltre all’inconfondibile miagolio? Sono le fusa. Abbiamo già spiegato il perché il gatto fa le fusa e perché noi ne traiamo vantaggio, ma non abbiamo mai parlato di una leggenda che pone l’accento su perché il gatto sarebbe in grado di fare le fusa.

La leggenda è di origine incerta in quanto alcuni sostengono che provenga dalla tradizione britannica altri da quella tedesca. Essa vuole andare a spiegare come i gatti abbiano ricevuto il dono di poter emettere quella “musica” celestiale! e noi ora ve la raccontiamo!

gatto-bianco-su-staccionata

In un tempo non definito, un re e una regina misero al mondo una bella bambina! la felicità fu grande per questo lieto evento, tanto che accettarono senza riserbo la  richiesta di una zingara, di poterle leggere il futuro. I sovrani, sicuramente, pensavano che il futuro della figlia sarebbe stato attorniato da virtù, ricchezza e beltà. Insomma un futuro davvero roseo. Purtroppo il responso della zingara non fu così! Avrebbe contratto una malattia grave con conseguenza di morte, se ella avesse rivelato i suoi sentimenti ad un giovane principe!

gatto-bianco-con-sguardo-fisso

I genitori della piccola caddero in uno stato di inquietudine e disperazione, ma, la zingara gli fornì un consiglio, affinché la profezia si rivelasse meno nefasta. Tre gatti bianchi furono messi a protezione della principessa e ai felini furono affidate delle palline di lino e delle palline d’oro.

Questi tre mici erano gatti speciali come speciali erano i loro poteri. Se giocavano con le palline di lino, la principessa non correva nessun tipo di pericolo, se invece iniziavano a giocare con quelle d’oro, era un chiaro segnale che la principessa era in serio pericolo!

gatti-bianchi-su-drappeggio-rosso

Per 16 anni i gatti giocarono solo con le palline di lino fino a quando nel regno non arrivò un principe che fece innamorare follemente la principessa. Ella, che era a conoscenza della profezia, cercò in tutti i modi di reprimere il sentimento di amore che nutriva per il principe, ma, un giorno entrambi si confessarono i loro sentimenti.

E da quel momento, i gatti lasciarono perdere le palline di lino e cominciarono a giocare con quelle oro! la profezia si stava avverando, ma subì una variazione! La malattia fatale non toccò minimamente la principessa, ma, il principe. Da quel giorno se la principessa non fosse stata in grado di tessere 10000 matasse di lino, allo scoccare del 27 giorno il principe sarebbe morto. Il destino del principe sembrava già segnato, poiché c’era un particolare da non tralasciare affinché il principe avesse salva la vita. Ovvero la principessa doveva tessere le matasse, senza che altre mani la aiutassero nel lavoro.

gatto-bianco-con-occhi-azzurri

La principessa perse ogni speranza, ma, in suo aiuto arrivarono i tre gatti bianchi. I gatti infatti erano dotati di uno spiccato ingegno e con uno stratagemma aiutarono la principessa a tessere. Avete capito quale era lo stratagemma adottato dai gatti? Essi non avevano mani, ma, zampe e quindi potevano aiutare la principessa.

Quindi principessa e gatti riuscirono infine a salvare il principe. I gatti per questo gesto così generoso ricevettero un premio! Ovvero la capacità di fare le fusa! E da quel giorno tutti i gatti che discendono da quella nobile “famiglia” hanno il dono di poter emettere quel dolce suono!