Perché i gatti fanno le fusa?

Quando i gatti fanno le fusa esprimono la loro felicità e il loro essere rilassati, in pace col mondo, ma in realtà questa non è l'unica ragione, allora perché i gatti fanno le fusa e come fanno a farle?

un gatto che fa le fusa

Quando i gatti fanno le fusa esprimono la loro felicità e il loro essere rilassati, in pace col mondo, ma in realtà questa non è l’unica ragione, allora perché i gatti fanno le fusa e come fanno a farle?

Nel sapere comune un gatto che fa le fusa è un gatto contento, tuttavia al contrario di come si possa pensare, non sempre le fusa esprimono gioia e rilassatezza, esse possono essere indicative di svariati stati d’animo e condizioni fisiche dell’animale. Allora perché i gatti fanno le fusa? Nell’elencare i vari motivi per cui lo fanno e i loro vari significati, partiamo dallo spiegare come questo suono, per noi così rilassante, venga fisicamente prodotto.

Come fanno i gatti a fare le fusa

In realtà il vero meccanismo che porta alla produzione delle fusa nel gatto è stato un mistero per molti anni e molte teorie sono state formulate a riguardo: una di queste sosteneva che il suono delle fusa fosse creato dal violento scorrere del flusso sanguigno all’interno del petto dell’animale. In realtà, secondo gli esperti di oggi, questo suono è creato da una contrazione ritmica dei muscoli della laringe e del diaframma. Il cervello manda un segnale attraverso un oscillatore neurale ai muscoli della laringe facendoli vibrare, il loro movimento controlla la quantità di aria che vi passa attraverso. Di conseguenza le fusa si verificano durante le operazioni di inalazione ed esalazione dell’aria.

Oltre al suono, che a volte può essere molto lieve, le fusa creano delle vibrazioni ben percepibili al tatto.

Fusa prodotte da mamma gatta e dai gattini

Fare le fusa mette in moto il rilascio di endorfine nell’organismo del gatto, queste sono estremamente utili anche nel controllo del dolore. Proprio per questo motivo mamma gatta fa le fusa durante il travaglio, poiché esse la aiutano a lenire e controllare il dolore del parto.

Dopo il parto, le fusa di mamma gatta sono di vitale importanza per la sopravvivenza dei gattini, infatti i gattini nascono ciechi e sordi ma riescono a captare le vibrazioni emesse dalla madre. Tramite queste vibrazioni, mamma gatta attira i suoi gattini ad avvicinarsi al suo corpo per nutrirsi e riscaldarsi. Ricordiamo che i gattini appena nati, oltre a non essere in grado di nutrirsi senza la mamma, non riescono a regolare la loro temperatura corporea.

I gattini possono cominciare istintivamente a fare le fusa sin da quando compiono due giorni di vita, così facendo possono cominciare a comunicare con la mamma e il resto della cucciolata. I gattini inoltre fanno le fusa durante la fase di allattamento mentre “impastano” con le zampe attorno alla mammella della mamma per spingere il latte a fuoriuscire. Come ben saprete, questa combinazione di gesti contemporanei e istintivi, resta nelle abitudini dei gatti per tutta la vita.

Motivi dietro le fusa

Sicuramente, pensando alla sensazione di sicurezza che provano i gattini mentre allattano e sono accoccolati al corpo della madre, ci è facile capire come mai i gatti facciano le fusa per esprime una sensazione di benessere e felicità.

Le fusa però possono comunicare diversi stati d’animo. I gatti possono fare le fusa per esprimere la loro felicità ma anche nel tentativo di rilassarsi. Come abbiamo detto il rilascio di endorfine aiuta l’animale a lenire eventuali dolori o fastidi, proprio per questo i gatti possono fare le fusa quando sono nervosi, malati o doloranti.

Le fusa possono essere usate anche come mezzo per far sentire qualcun altro a suo agio, vi basti pensare alla sensazione di benessere che i gatti trasmettono a voi quando fanno le fusa accucciati sulle vostre gambe. Estremamente rilassante, non è vero?

Alcuni studiosi hanno identificato diverse tipologie di fusa “messe a punto” dai nostri amici pelosi, tra di queste una in particolare, si avvicina, a livello frequenziale, al pianto dei bambini, e viene usata come sollecitazione verso gli umani per spingerli a nutrirli. È inoltre provato che le vibrazioni emesse dalle fusa abbiano la stessa frequenza usata in alcune terapie riabilitative, come ad esempio la magnetoterapia (ossia 25-150HZ).