I gatti possono mangiare i peperoni o gli fanno male?

I gatti possono mangiare i peperoni o si tratta di vegetali che potrebbero fargli male? Ecco cosa sapere per il bene del nostro Micio

Rossi, gialli o verdi poco importa. I peperoni sono una verdura gustosissima, ricca di acqua e a basso contenuto calorico. Per questo nella nostra cucina non mancano mai, anche perché – ammettiamolo – sono un alimento molto versatile e possiamo assaporarlo in tanti modi diversi.

Verdura e frutta sono elementi importanti per l’alimentazione umana e sono indicati anche per la dieta dei nostri amati felini domestici. Inserendo questi cibi nella loro pappa possiamo assicurargli vitamine e sali minerali, che sono essenziali per la loro salute.

Ma, come sempre, dobbiamo fare delle distinzioni e guardare alla verdura o al frutto specifico. Ad esempio i gatti possono mangiare i peperoni o è meglio preferire altri alimenti vegetali? La risposta in linea generale è sì, ma con le dovute cautele. Cerchiamo di capire meglio.

Sì, ma nelle giuste quantità

gatti che mangiano carne

I gatti possono mangiare i peperoni innanzitutto perché, sebbene appartengano alla stessa famiglia del peperoncino, non contengono la capsaicina. Questo composto chimico è presente nel peperoncino in altissime concentrazioni ed è ciò che lo rende tanto piccante. Quindi sì, i peperoni fanno eccezione e possiamo darli al micio.

L’unica cosa da tenere a mente è che i gatti non ne possono mangiare grandi quantità. Del resto come ben sappiamo i felini domestici sono animali essenzialmente carnivori e la loro dieta deve essere a base di proteine, quindi di carne. Inoltre le molte preziose sostanze nutritive presenti nei peperoni – siano essi rossi, gialli o verdi -non sono necessarie per loro. O meglio, sono vitamine essenziali che il loro organismo produce in autonomia e quindi non hanno tecnicamente bisogno di assimilarle dagli alimenti.

Tuttavia i gatti possono mangiare i peperoni ed esserne in qualche modo attratti. Questo non deve mandarvi in confusione perché se è vero che i gatti non sono attratti dai vegetali perché preferiscono la carne, non è da escludere che vogliano anche curiosare tra cibi un po’ diversi rispetto a quelli che mangiano di solito. Un micio che si nutre di crocchette e scatolette di umido assimila già tutto ciò di cui ha bisogno. Per i gatti che invece mangiano pasti preparati in casa e seguono una dieta casalinga, invece, possiamo prendere in considerazione piccole quantità di peperoni.

Come ripetiamo sempre, gli umani che scelgono di nutrire i propri gatti in modo naturale devono sempre informarsi prima di mettergli nella ciotola determinati alimenti. Le verdure e la frutta fanno bene a noi, ma per i gatti è necessario distinguere quelle che possono mangiare e quelle che al contrario potrebbero fargli molto male. Quindi prima di tutto consultiamo il veterinario per avere le giuste dritte, anche in fatto di alimentazione.

Benefici

gatto arancione che guarda all'insù

I gatti possono mangiare i peperoni non solo perché non sono piccanti ma anche perché di fatto, se inseriti nell’ambito di una dieta sana ed equilibrata, possono apportare diversi benefici al loro organismo. Ad esempio è stato dimostrato che i peperoni riducono il rischio di sviluppare anemia nel gatto perché sono ricchi di ferro e vitamina C. L’anemia è una condizione piuttosto grave che colpisce i gatti proprio come noi umani, perciò i peperoni in tal senso sono un’ottima arma.

Un altro notevole vantaggio dei peperoni per i gatti, specialmente quelli anziani o malati, è la riduzione della degenerazione maculare, malattia legata all’invecchiamento che colpisce la macula, ossia la porzione più centrale della retina, e che può provocare cecità. Ciò si deve all’alto contenuto di carotenoidi essenziali come la zeaxantina e la luteina che riducono anche il rischio di sviluppare cataratta nel gatto.

I peperoni contribuiscono anche alla prevenzione dei tumori felini che, proprio come in noi umani, spesso sono legati alla dieta e allo stile di vita del micio. Una dieta sana e bilanciata e che contiene alimenti come i peperoni ha un effetto antiossidante che aiuta a tenere a bada malattie come il cancro ma anche le malattie cardiache, la demenza senile e l’artrite. Il vantaggio dei peperoni è dato anche dalle loro potenti proprietà antinfiammatorie che aiutano a prevenire la proliferazione delle cellule cancerose. Perciò tornano utili anche nei mici che seguono terapie antitumorali come la chemioterapia o la radioterapia.

Rischi

gatto siamese che miagola

Come abbiamo già visto, i peperoni non sono alimenti tossici per i gatti ma tutto dipende dalle quantità che ne ingeriscono. Di base è molto improbabile vedere un gatto che si fionda su un peperone per mangiarlo, perché non è esattamente uno di quegli alimenti per cui va matto. Ma dato che i felini domestici sono animali molto curiosi, potrebbe capitare che ne mordicchiano uno lasciato incustodito, anche semplicemente per gioco. Se ciò accade possiamo stare tranquilli, un pezzetto di peperone ingerito anche per sbaglio non gli farà male. Ma ovviamente facciamo sempre attenzione ed evitiamo di lasciare i nostri alimenti alla loro portata, per evitare spiacevoli conseguenze.

Ricordiamo che i gatti non sono “progettati” per nutrirsi di verdure, perciò se ne mangiano in grandi quantità possono avere difficoltà a digerirle. Niente di troppo grave ma evitiamo che abbia sintomi come vomito, diarrea o crampi addominali. Un mal di pancia non è affatto una cosa bella!

Verdure tossiche per i gatti

gatto sospettoso

I gatti sono animali essenzialmente carnivori e, come abbiamo visto, il loro apparato digerente non è fatto per elaborare cibi come le verdure e i vegetali in generale. Ma ciò non vuol dire che non possiamo dargli peperoni, spinaci e altri alimenti di questo tipo, che contengono tante sostanze nutritive e fanno bene alla loro salute. Non dimentichiamo, però, che esistono verdure che sono altamente tossiche per i gatti e che non dobbiamo mai e poi mai mettergliele nella ciotola. Vanno tenute alla larga dai felini domestici che non devono mangiarne neanche un pezzettino per sbaglio.

I gatti non devono mai mangiare cipolla e aglio, perché contengono un composto chiamato tiosolfato che in grandi quantità può portare allo sviluppo di anemia. Allo stesso modo non devono ingerire porri, scalogno e alimenti simili, esattamente per lo stesso motivo. Assolutamente vietati anche i tuberi acerbi o crudi, in primis le patate, perché contengono grandi quantità di solanina che è altamente tossica per i gatti. La stessa sostanza si trova anche nei pomodori verdi (non in quelli maturi). Perciò se vogliamo dare al micio patate o pomodori dobbiamo assicurarci che siano maturi e ben cotti.

Altri articoli che potrebbero interessarti dai siti del nostro Network:

Articoli correlati