Gattina scomparsa da 20 anni torna a casa per trascorrere gli ultimi giorni con i suoi proprietari

La gattina Phoebe è scomparsa per 20 anni fino a quando non è tornata a casa e si è riunita con la sua famiglia a Bridgemere, in Inghilterra (Regno Unito).
Dopo così tanto tempo, la sua mamma adottiva, Christine Ball, aveva chiaramente rinunciato a ogni speranza. Fino a quando non ha ricevuto una chiamata che avrebbe cambiato tutto. Sfortunatamente, contrariamente a quanto immaginato, Phoebe non aveva trovato un’altra famiglia.

In effetti, ha trascorso due decenni vivendo per strada in una situazione precaria e di assoluto pericolo. Le sue condizioni di salute erano ormai davvero molto critiche. E’ riuscita a passare solo 2 giorni con il suo proprietario prima di morire.

gattina anziana scomparsa per 20 anni

Secondo The Sun, il gattino è stato trovato in una piazza cittadina il 5 marzo. Poi identificato dal centro di recupero animali RSPCA (Royal Society for the Prevention of Cruelty to Animals).

Christine era assolutamente sorpresa e scioccata nello scoprire che Phoebe era ancora viva. “Il veterinario ha detto che non sarebbe sopravvissuta per 20 anni come randagia. Pensiamo che qualcuno probabilmente l’abbia accolta e si sia presa cura di lei come un animale domestico”, ha detto.

Non si conosce un’altra storia simile a questo, che ha senz’altro dell’incredibile. “Abbiamo raccolto gatti scomparsi alcuni anni fa, ma non ho mai visto un gatto scomparso da casa da 20 anni”, ha spiegato Lee Stewart, manager della RSPCA.

gattina anziana scomparsa per 20 anni

Phoebe aveva solo 2 anni quando è scomparsa da casa sua. A quel tempo, la sua famiglia ha diffuso manifesti in giro per la città, nei supermercati, nei bar, ma senza nessun esito. “Sono rimasto assolutamente sbalordito quando abbiamo ricevuto la chiamata dalla RSPCA che diceva che l’avevano trovata”, dice Christine.
Dove ha trascorso questi anni e come mai non sia riuscita a tornare a casa prima, rimarrà per sempre un mistero.

È stata identificata grazie a un microchip e inviata a un veterinario, che ha scoperto di avere un tumore al cervello. “E’ triste che l’abbiamo trovata e poi abbiamo dovuto lasciarla andare. Ma è stato bello passare un po’ di tempo con lei e poterle dare l’ultimo saluto. E’ stato un regalo”, ha aggiunto il suo dolce proprietario.

POTREBBE PIACERTI ANCHE: Un artista di 75 anni commemora il suo gatto defunto con meravigliose sculture di alberi digitali

Altri articoli che potrebbero interessarti dai siti del nostro Network:

Articoli correlati