Gattini a Terni sono stati uccisi e bruciati. Ritrovati i resti in un appartamento: indaga la polizia

Sfortunatamente troppe persone ancora maltrattano gli animali; la polizia ha rinvenuto dei resti di gattini a Terni; all'interno di un appartamento

Purtroppo, nel mondo esistono ancora troppe persone crudeli che non hanno a cuore la vita altrui; la polizia, dopo una segnalazione, ha rinvenuto dei resti dei gattini a Terni. Il vicinato della casa sospetta, insieme all’aiuto di gruppi animalisti, ha contattato la polizia per fare chiarezza su ciò che prima era solo un dubbio.

I dubbi di coloro che hanno fatto la segnalazione si è rivelato, sfortunatamente, essere vero; la polizia ha rinvenuto degli scheletri e dei resti di gattini a Terni, all’interno di un appartamento. L’Usl Umbria 2 e la polizia hanno fatto irruzione all’interno della casa e hanno fatto la macabra scoperta. La casa era pregna di un odore nauseabondo e piena di rifiuti, sporcizia e resti di pelosi. Alcuni degli scheletri dei gattini all’interno della casa era perfino bruciati; probabilmente, nel vano tentativo di togliere qualsiasi traccia. In casa non era presente nessuno, ma la polizia sta ancora ricercando il proprietario dell’appartamento; che sembra essere svanito nel nulla. La polizia crede che i pelosi siano morti di stenti e che poi il sospettato li abbia bruciati per toglierne le tracce. Sila, la gattina caduta in un secchio pieno di olio motore ce l’ha fatta.

Il proprietario dell’appartamento ha richiamato già diverse volte l’attenzione della polizia e dei volontari dei rifugi di animali per comportamenti sospetti. L’uomo infatti avrebbe attuato diverse e continue adozioni via web; adozioni che si sarebbero susseguite per diversi giorni. La polizia sta cercando il proprietario dell’appartamento e sta anche monitorando altre persone sospette; tutte potrebbero far parte dello stesso giro di abuso di animali. Quando pensa di sentire il cinguettio di un uccellino, una donna scopre che si tratta di un gatto.

Ci si augura che la polizia possa fare chiarezza il prima possibile; sfortunatamente, sono troppi i pelosi che ogni giorno devono lottare con persone cattive e senza scrupolo. Purtroppo, ogni giorno troppi gatti e cani randagi rischiano la propria vita e ogni giorno troppi pelosi soffrono a causa della violenza e della cattiveria umana. Scrubbles, il gatto con bisogni speciali ha passato 7 anni in rifugio prima di trovare la felicità.

Leggi anche La gattina Molly è la testimonial di Calgary del calendario 2022

Altri articoli che potrebbero interessarti dai siti del nostro Network:

Articoli correlati