Gattino torturato e gettato in acqua: si cercano i responsabili

gattino rosso

L’ennesimo caso di maltrattamenti sugli animali, questa volta la povera vittima è un gattino torturato e gettato in acqua. Il tutto è avvenuto a Celle Ligure.

È partita una segnalazione sui social network da parte di Mugugni di Celle. Purtroppo non si conosce l’identità del responsabile, non si sa nemmeno se abbia agito da solo. L’unica cosa certa è che, di nuovo, un essere indifeso è stato deliberatamente maltrattato dall’uomo.

Un atto di pura cattiveria

I sentimenti che spingono determinati soggetti a compiere atti simili non possono che essere cattiveria e malvagità, oltre che assenza totale di empatia verso il prossimo. Putroppo ancora tanto si deve fare per sensibilizzare il genere umano circa il rispetto degli animali. E bisogna partire dalle scuole, nella speranza che i bambini di oggi siano uomini migliori domani.

Il gattino torturato e gettato in acqua, precisamente nel greto di un fiume, è salvo. È successo vicino a via Lavadore, a Celle Ligure. Il tutto si è verificato proprio durante la Giornata del gatto, il 17 febbraio: dettaglio che rende ancora più paradossale, qualora ce ne fosse bisogno, il gesto.

L’indignazione sui social

Quanto è successo al povero micetto ha suscitato scalpore su Facebook. E ha avuto parecchio risalto grazie a una realtà locale, Mugugni di Celle Ligure. Per fortuna il micio è riuscito a tornare a casa e non ha avuto la stessa sorte del gatto ucciso nell’Ohio (in quel caso il dettaglio macabro è stato rappresentato da un biglietto lasciato davanti casa dei proprietari, insieme alla carcassa).

La proprietaria dell’animale, disperata per quanto successo al suo povero gattino, ha detto: “Ieri sera qualcuno ha picchiato e buttato nel torrente il nostro gatto. Lo sentivamo miagolare dalla zona di fronte a casa nostra, ma non siamo riusciti a trovarlo ed è arrivato a casa poco dopo bagnato e ferito. State attenti se abitate da queste parti”.