Gatto adulto, cosa sapere sul trainer e come farlo

È arrivato un nuovo animale domestico ed è tempo di allenarlo? Ecco tutti i consigli per il trainer del gatto adulto.

trainer gatto adulto

L’ arrivo di un nuovo animale domestico in casa è un evento molto emozionante che cambierà per sempre la vita domestica e familiare. Viene da chiedersi, però, come organizzare il trainer del gatto adulto che sicuramente risulta più complesso rispetto all’educazione di un gattino appena messo al mondo.

Un po’ di paura è più che naturale ma non temete, con il giusto allenamento e pazienza in abbondanza, riuscirete a educare il vostro animale domestico e rendere la convivenza più bella che mai. Siamo certi che non vedete l’ora di accarezzarlo e di vederlo saltare felice per tutta casa.

Pazienza, attenzione e volontà: trainer gatto adulto

Pazienza, attenzione e volontà: trainer gatto adulto

Per ogni animale domestico che arriva in casa, c’è una dose molto importante di soddisfazione e felicità, ma non ottenuta senza sforzi. Questa premessa è necessaria per farvi capire che, almeno nel primo periodo, l’impegno del trainer gatto adulto sarà piuttosto importante.

E questo è vero soprattutto quando la scelta ricade su un gatto adulto che ha, quindi, un carattere e delle abitudini già formate. Ma non temete, grazie all’amore e all’affetto reciproco, saprete creare un legame così speciale, che l’educazione diventerà pian piano una fonte di gioia.

In questo articolo troverete una serie di consigli su come affrontare l’arrivo di un gatto adulto in casa, su come organizzare l’ambiente e di conseguenza provvedere all’educazione per far sì che Micio possa sentirsi a suo agio già dai primi giorni con la nuova famiglia.

Trainer gatto adulto: come accogliere in casa il nuovo arrivato

A differenza di un cucciolo nato e cresciuto in casa, l’arrivo di un gatto adulto potrebbe richiedere un po’ più di impegno affinché questo sappia adattarsi al nuovo ambiente domestico. Non disperate però, con un po’ di pazienza riuscirete a ottenere risultati incredibile.

Come anticipato, la prima cosa da fare se è in previsione un nuovo animale domestico, è quello di organizzare gli spazi della casa affinché al suo arrivo, micio possa sentirsi a suo agio. Si tratta di una novità, per noi e per lui, quello che ci differenzia è la consapevolezza di quello che succederà.

Ecco perché dobbiamo fare di tutto per attutire quello stato di confusione e smarrimento che potrebbe trovare micio nei primi giorni di permanenza nella sua nuova casa. E per fare questo è importante adibire l’ambiente nuovo a favore del gatto adulto.

Organizzare gli spazi in maniera confortevole e spaziosa può aiutare Micio a sentirsi a suo agio in un ambiente positivo e calmo all’interno del quale può muoversi liberamente e sviluppare quindi un nuovo legame di appartenenza a questo nuovo habitat.

Ogni gatto, al suo arrivo, dovrebbe avere il proprio spazio, quello in cui può giocare, riposare e in generale sentirsi comodo. Che si tratti di una stanza intera, o di un piccolo spazio, è importante che micio trovi i suoi strumenti abituali come la lettiera, la ciotola per l’acqua e il cibo, la cuccia o cuscino per dormire, così come il tiragraffi, i suoi giocattoli e altri accessori che miglioreranno la sua qualità di vita. Questo farà sentire il gatto a suo agio, favorendo il suo processo di adattamento.

Una volta organizzata la casa e gli spazi, organizzato la dispensa e l’alimentazione potrete poi partire con il trainer del gatto adulto vero e proprio. Trovandovi di fronte ad un animale a proprio agio, che si fida di voi e dell’ambiente che lo circonda, l’allenamento sarà semplice e anche divertente. Fidatevi di noi.

Gli ambienti e gli stimoli: ecco cosa fare prima di iniziare il trainer del gatto adulto

Prima del nostro allenamento, ci sono ancora alcuni accorgimenti casalinghi che possiamo fare. A differenza dei cani, infatti, i gatti domestici trovano all’interno della loro casa tutti gli stimoli di cui hanno bisogno.

Non ci sarà per loro una passeggiata quotidiana obbligatoria, quindi è compito del padrone organizzare un ambiente pieno di stimoli che gli faccia venire la voglia di allenarsi. Quando si adotta un gatto, è infatti necessario considerare che ci stiamo per prendere cura di un animale molto intelligente e curioso, che deve essere stimolato fisicamente e mentalmente per mantenere un comportamento equilibrato e prevenire i sintomi dello stress.

Un ambiente stimolante all’interno del quale il gatto possa allenare corpo e mente, divertirsi e sviluppare tutte le sue capacità, è fondamentale per il benessere futuro di micio.

Rendere più stimolante lo spazio del nuovo gatto include è importante, un atto fondamentale da parte nostra per offrire una migliore qualità della vita ai nostri animali. Giocattoli, tiragraffi, scatoloni e labirinti sono strumenti perfetti per creare degli spazi di intrattenimento all’interno dei quali il gatto può giocare da solo o in nostra compagnia.

Se siete dei genitori creativi, potete creare dei veri e propri percorsi sensoriali per il trainer dei gatti adulti. Volete qualche esempio? Potete utilizzare gli odori, come quello dell’erba gatta, le immagini e i suoni per fare giochi interattivi affinché i 5 sensi del felino e la sua intelligenza siano in continuazione stimolati.

Giochi del genere, fanno sì che anche il corpo del gatto riceva gli stessi stimoli, così da far sì che la pigrizia non prenda mai il sopravvento. Con un po’ di creatività e tanta pazienza, potrete organizzare un ambiente domestico a prova di gatto!

Gatto adulto cosa sapere sul trainer e come farlo

L’assenza di esercizio fisico: perché giocare è così importante

Spesso, quando i gatti non ricevono sufficienti stimoli, si annoiano e in generale questo sentimento non dovrebbe mai appartenere agli animali domestici in quanto si tratta di una delle più grandi cause dei disturbi comportamentali e dell’aumento di peso.

La noia, infatti, si traduce in assenza di esercizio fisico, che a sua volta può portare a problemi comportamentali e all’aumento di peso. Queste condizioni non favoriscono in nessun modo il benessere a lungo termine del gatto, un felino in sovrappeso, infatti, vive due anni in meno di un gatto sano.

È per questo che l’attività fisica non dovrebbe mai mancare nella routine quotidiana dei gatti. In quanto predatori, di natura i gatti dormono molto, ecco perché nei pochi momenti quotidiani di attività, in qualità dei genitori avete il dovere di organizzare delle sessioni di allenamento che stimolino micio.

E infine, il trainer del gatto adulto, non solo aiuta i gatti a tenersi in forma, ma gli consente anche di sviluppare altre capacità: i cuccioli apprendono tecniche di caccia e strategie risolutive attraverso il gioco, mentre gli adulti mettono ulteriormente alla prova le loro abilità predatorie. Se non sapete da dove cominciare, ecco 5 giochi da trasformare nell’allenamento del gatto nella quotidianità.

Trainer gatto adulto: giochi e attività da fare in casa

Ci sono alcuni giochi molto semplici e divertenti da far fare al gatto,o da fare insieme a lui per mantenerlo attivo e per stimolare l’allentamento. Eccone alcuni per mettere in pratica il perfetto trainer per gatto adulto. Pronti?

A tutti i gatti piace afferrare le cose che penzolano proprio sopra la loro testa. Si tratta di una vera e propria sfida che si attiva per loro dal momento in cui osservano qualcosa che si trova proprio al di sopra del naso. Creare un oggetto piccolo e sfizioso da far penzolare sulla loro testa e iniziate a giocare col gatto.

Mentre il cane ha bisogno del suo padrone e vorrebbe trascorrere tutto il suo tempo con lui, i gatti amano la solitudine e questo è risaputo. Per stimolarli a giocare, però, potreste trovare un compagno d’avventuro per micio: un altro felino con cui fare allenamento e trainer. Calorie bruciate: tante.

Gatto adulto cosa sapere sul trainer e come farlo

I percorsi sensoriali per i gatti sono davvero utilissimi. Munitevi di una struttura a torre per far sì che il gatto si diletti a giocare, arrampicarsi, saltare e scalare. Ovviamente, più ne avrà, più si divertirà. Non dimenticate, ovviamente, di lasciare qualche regalino/ricompensa al vostro gatto così che l’avventura sia ancora più stimolante per corpo e mente.

Come le strutture a torre, anche il percorso a ostacoli è piuttosto stimolante per micio. Se siete all’inizio del trainer per gatto adulto, il consiglio è quello di iniziare gradualmente con piccoli ostacoli, per poi aumentare la complessità.

Un altro giochino assai divertente e molto stimolante fisicamente è quello che riguarda la caccia. I nostri amici a quattro zampe, infatti, sono dei predatori nati, quindi consentirgli di acchiappare qualcosa, in cambio di un premio che possa essere la preda stessa, abbatterà qualsiasi pigrizia nel gatto che non vedrà l’ora di giocare.

Consigli per giocare e allenarsi con il gatto adulto

Il consiglio migliore è quello di ritagliare almeno 20 minuti al giorno per giocare con micio. Ricordiamo che il gioco è parte integrante dell’allenamento nonché unico stimolo fisico degli animali domestici che vivono in casa.

A differenza dei cani, infatti, i gatti non hanno la loro uscita quotidiana e per questo, senza attività fisica, potrebbero impigrirsi molto. Organizzare ogni giorno, un’attività diversa per il gatto, non solo rafforzerà il legame tra animale e padrone, ma servirà ad abbattere la pigrizia e, soprattutto, tenere in forma il gatto, prevenendo noia, disturbi comportamentali e obesità.

Se state cercando quindi, un modo per fare trainer nel gatto adulto, lo avete trovato. Non vi resta che iniziare a preparare l’occorrente e mettere in pratica tutti i nostri suggerimenti.