Perché il gatto sbatte i denti e cosa significa?

Il gatto che sbatte i denti lo fa per uno o più motivi. Sapere interpretare correttamente il suo comportamento permette di accudirlo al meglio. I dettagli

Gli atteggiamenti del nostro amico a quattro zampe non sono sempre di facile comprensione e alle volte appaiono particolarmente buffi. A causa di un insetto, per il freddo, per un malessere: siamo sicuri di sapere davvero il motivo per cui accade? Tante possono essere le chiavi di lettura.

Trattandosi di una peculiarità che identifica i felini, gli esperti l’hanno studiata e hanno categorizzato determinati contesti. Dato spiegazioni e fatto la differenza fra ciò che pericoloso (o potrebbe diventarlo) e ciò che non lo è.

Approfondire il linguaggio del corpo del nostro amico a quattro zampe non solo ci permette di intensificare il rapporto bipede – quadrupede, ma ci consente di prenderci cura di lui al meglio. Di capire se, quando il gatto sbatte i denti, si tratta di una situazione preoccupante o meno.

Indice

Cosa significa se il gatto sbatte i denti
Gatto sbatte i denti, cause
Cosa fare se il gatto sbatte i denti
Molte persone ci hanno chiesto

Cosa significa se il gatto sbatte i denti

Gatto sbatte i denti e caccia

Se il nostro amico a quattro zampe si trova davanti a una finestra – il più delle volte chiusa – a emettere suoni strani, vale la pena osservargli la bocca. Spesso basta solo ascoltarlo, perché il gatto che sbatte i denti fa un rumore tipico e inconfondibile.

Si tratta di un istinto che ha a che fare con la natura predatoria dei felini. Anche se addomesticati, infatti, i nostri amici a quattro zampe non dimenticano le loro origini. Determinate reazioni ce le hanno scolpite nel dna e le hanno indipendentemente dal bisogno reale o presunto di cacciare.

Il gatto sbatte i denti per imitazione

Miao replica quello che farebbe se avesse la sua preda fra i denti: ne morderebbe la parte posteriore del collo della preda, velocemente per evitare reazioni. Il rumore non sarebbe lo stesso, evidentemente l’arcata superiore non sbatterebbe con quella inferiore, ma il movimento è identico.

Si tratta di una sorta di imitazione e indica la volontà di cacciare, ma anche l’impossibilità di arrivare alla preda. A separarli infatti – per fortuna, dato il rischio di precipitare nel vuoto – c’è la finestra, e di questo Micio se ne dispiace.
Infatti, una componente da non sottovalutare è la frustrazione. Anche se ancora non c’è un’opinione unanime fra gli esperti, si teme che non sia solo l’eccitazione a spingere il felino a comportarsi in questo modo.

Gatto sbatte i denti, cause

Gatto sbatte i denti perché non cattura preda

Sulle cause abbiamo detto quasi tutto, ma un dettaglio curioso riguarda le tempistiche con cui agisce il nostro amico a quattro zampe. Infatti, come un vero predatore, non emette alcun suono quando individua la preda. Sa bene che così la farebbe scappare.

Miao sbatte i denti subito dopo aver compreso che la caccia non è alla sua portata. E questo particolare avvalora la tesi del nervosismo e del dispiacere che scaturiscono dalla consapevolezza di avere un ostacolo davanti insormontabile.

In poche parole, si tratta di una sorta di sfogo. E questo ci porta ad aprire un altro capitolo che riguarda l’equilibrio psicofisico di Miao e l’importanza di garantirgli un ambiente a misura di quadrupede. Determinati istinti non si cancellano con l’addomesticamento e devono trovare sfogo artificialmente. Tiragraffi per gattini, topolini giocattolo, percorsi alla parete: sono tutti escamotage per ricreare un ambiente stimolante in un luogo sicuro.

Cosa fare se il gatto sbatte i denti

gatto sbatte i denti e cerca di catturare topo

Finché il nostro amico a quattro zampe ha uno stile di vita equilibrato e soddisfacente non c’è da allarmarsi. Il gatto che sbatte i denti, anche se è un gatto stressato, lo è momentaneamente. Poi ha tanti sfoghi e mille modi per assecondare la propria natura.

L’unica cosa da fare, se non l’abbiamo già fatta, è permettergli di cacciare. Vale sia per finta – con i giochi pensati appositamente per le caratteristiche caratteriali di Miao – o per davvero, ma in sicurezza. Basti pensare ai felini in semilibertà che hanno a propria disposizione un giardino (o un terrazzo con della vegetazione, e quindi degli animali). A tal proposito, può essere interessante approfondire le ragioni per cui il gatto porta animali morti in regalo. Scoprirlo potrebbe essere davvero sorprendente.

Assecondiamo il gioco

Come già accennato, raramente i gatti domestici cacciano: al massimo riescono a uccidere zanzare, mosche e insetti vari. Leggermente diverso è per gli esemplari che si allontanano da casa per qualche ora o che hanno uno spazio esterno da sfruttare.

A prescindere dal fatto che sia reale o una riproduzione di un momento di caccia, gli esperti consigliano di assecondare la natura della propria piccola palla di pelo. Questo principio vale per ogni atteggiamento non dannoso per Miao e per coloro che convivono con lui, bipedi e quadrupedi indistintamente.

Molte persone ci hanno chiesto

gatto sbatte i denti perché è predatore

Gli aspetti più buffi del linguaggio dei gatti attirano l’attenzione di appassionati e non. D’altra parte il web è pieno di video divertenti (ma anche dolcissimi) di felini che vengono immortalati nei momenti più esilaranti. Ecco allora che determinate domande sorgono spontanee.

Tutti i gatti sbattono i denti?

E, di conseguenza, tutti i gatti cacciano? I felini apprendono l’arte venatoria dalla loro mamma durante i primi mesi di vita, nel periodo più delicato in termini di socializzazione e che ha delle ripercussioni – positive o negative – nelle interazioni con il prossimo per tutta la vita.

I felini, in media, passano circa tre ore al giorno a dilettarsi nell’inseguimento di prede reali o fantomatiche. Gli esemplari randagi arrivano a farlo anche per un periodo complessivo di 12 ore. La differenza? Loro hanno davvero bisogno di cacciare per nutrirsi, il nostro adorato Miao ha noi che pensiamo alla sua pappa.

Come cacciano i felini

Di norma, il nostro amico a quattro zampe ha un comportamento davvero crudele. Se lo analizziamo dimenticandoci quanto bene gli vogliamo. Lui, infatti, non uccide subito le sue prede. Si diverte a giocarci un po’. Le lascia andar via per poi riacciuffarle e le fa soffrire. Solo quando si stanca le finisce con un morso letale sul collo.

Quando il gatto sbatte i denti, quindi, non fa altro che immaginare come sarebbe se potesse acciuffare quell’uccellino, il topolino o qualsiasi altro animaletto. Sarebbe il corrispettivo della nostra acquolina in bocca: niente di più, niente di meno.

Altri articoli che potrebbero interessarti dai siti del nostro Network:

Articoli correlati