La gatta tricolore viene sfrattata e sul web iniziano le polemiche

Questa gatta è riuscita davvero ad entrare nel cuore di molti. La sua storia ha fatto movimentare un gran numero di persone sul web

Dubrovnik è una bellissima città sulla costa adriatica della Croazia, che da anni ospita tra i suoi cittadini una bellissima gatta tricolore. Ha sempre vissuto tra gli archi del Palazzo del Rettore, simbolo della città croata, ma da un giorno all’altro la commissione dei musei cittadini, che ha sede nel palazzo, ha deciso che quel posto non doveva più essere casa sua.

La gatta tricolore di cui parliamo si chiama Anastasia, ha 17 anni ed è diventata ormai un vero e proprio monumento della città. E’ a tutti gli effetti un simbolo per i cittadini di Dubrovnik e per i turisti, che non vedono l’ora di fotografarla ed accarezzarla. Inizialmente Anastasia aveva solo una scatola di cartone messa lì da qualcuno ma successivamente un vicino le ha costruito una vera e propria cuccia in stile gotico; aveva anche posto al suo interno un cuscino in velluto e aveva affisso una targhetta con il nome del gatto.

gatto seduto

LEGGI ANCHE: Gabriel: principino dal pelo folto cerca un’adozione dalla dolcezza unica

La polemica è nata nel momento in cui la commissione dei musei cittadini, appoggiata dal sindaco Mato Frankovic, ha deciso di sfrattare la povera gatta affermando che: “Nessuno è autorizzato ad attaccare il complesso unico e storico. In particolare, costruendo rifugi o habitat”, hanno espresso attraverso un comunicato. Ovviamente la risposta dei cittadini non si è fatta attendere e secondo un sondaggio, oltre il 90% dei residenti era schierata dalla parte di Anastasia. “Certo, quel gatto è diventato uno dei simboli di Dubrovnik, non c’è turista che non l’abbia fotografato e accarezzato. La promozione turistica vale più di qualsiasi edificio storico” hanno detto alcuni degli utenti. Altri invece hanno affermato che il monumento era più importante del gatto.

micio tricolore

Una vera e propria guerra di opinioni che però non si è ancora conclusa. Ora purtroppo la povera Anastasia non ha più la sua casa sul Palazzo, ma la sua cuccia fortunatamente è stata conservata. Insieme ad altri gatti randagi, Anastasia ha bisogno di una dimora fissa e di qualcuno che si prenda cura di lei. Speriamo possa trovare presto una casa accogliente.

LEGGI ANCHE: Selvaccia, Tycho non torna più, qualcuno potrebbe aver preso questo tenero gatto

Altri articoli che potrebbero interessarti dai siti del nostro Network:

Articoli correlati