La Loggia, perso un gatto socievole di nome Gisky, probabilmente il piccolo si è nascosto

Un gatto estremamente curioso che potrebbe essersi cacciato in qualche guaio, le cose potrebbero essere andate così per il povero Gisky

Amichevole, molto socievole, sempre pronto a giocare e a porgere la testolina per delle coccole extra. Lui è Gisky, il micio che tutti stanno cercando a La Loggia, comune facente parte del circondario di Torino. La famiglia lo sta cercando da settimane sfruttando tutti quelli che sono i mezzi per farlo.

Via social si susseguono ormai ininterrottamente gli appelli per spargere la voce e far conoscere la storia del piccolo. Gisky non si era mai allontanato in questo modo da casa, almeno fino allo scorso 14 settembre, data in cui si sono completamente perse le tracce del felino. Lo stesso giorno, almeno a detta dei proprietari, una notizia l’avrebbe riguardato.

È giunta voce secondo la quale il gatto sarebbe stato volontariamente spaventato e fatto fuggire via da una persona o da un gruppo di persone. Il motivo non è chiaro, forse semplice e stupido divertimento, se tale si può considerare. Una mossa da veri stolti che è costata la fuga e il completo smarrimento di un gatto davvero speciale.

gatto europeo macchia bianca sul muso

Tutto ciò ha portato la famiglia a sviluppare alcune ipotesi che non possono rimanere solamente tali ma devono trasformarsi in strade plausibili per condurre una ricerca più efficace. Molti pensano come il gatto, proprio perché terrorizzato, si sia nascosto non lontano dalla sua casa nel comune di La Loggia.

Gisky si presenta come un gatto europeo dalle dimensioni piccole, volto minuto, pelo quasi completamente grigio con delle sfumature dello stesso colore ma più chiare. Occhi gialli e musetto a punta; al momento della scomparsa il gatto non indossava nulla in particolare che potrebbe aiutare con l’identificazione.

gatto europeo musetto a punta

Se avvistato, chiamare immediatamente o inviare un messaggio al 349 255 7838. Il gatto ha si un carattere molto aperto ed amichevole, ma non dimentichiamo quelle che sono le circostanze; per non rischiare, affidarsi direttamente alla famiglia. Forza Gisky, torna a casa!

LEGGI ANCHE: Villa d’Almè, Gedeone non si trova più, tutta la disperazione dei proprietari nell’appello

Altri articoli che potrebbero interessarti dai siti del nostro Network:

Articoli correlati