Gatto Europeo, malattie: le più comuni, i sintomi e come prevenirle

felino europeo tipologia tigrato

Gatto Europeo, malattie: cosa dobbiamo sapere di importante sul suo stato di salute? C’è qualcosa che potrebbe aiutarci a salvaguardare il suo benessere? E soprattutto: ci sono delle malattie tipiche che vanno a colpire proprio questa razza in particolare? Ecco qualche informazione utile.

Gatto Europeo: salute e malattie

gatto si arrampica

Per quanto noi vorremmo che i nostri piccoli amici a 4 zampe stiano sempre bene e in salute, dobbiamo accettare, pur a malincuore, l’idea che non sempre è così.

Anche loro, purtroppo, sono soggetti a soffrire di particolari malattie che, se non trattate a dovere, possono andare a compromettere la salute fisica e anche psichica dell’animale.

Cosa sappiamo, dunque, dello stato di salute del Gatto Europeo? Quali sono le malattie tipiche di cui spesso soffrono questi esemplari? Fortunatamente non sono tantissime, né gravissime: se prese in tempo, possono essere risolte.

Tendenzialmente, infatti, il Gatto Europeo ha un’aspettativa di vita che si aggira intorno agli 11-12 anni, ma sono stati riscontrati anche degli esemplari che hanno vissuto anche intorno ai 18, alcuni addirittura 20 (purché molto rari).

Quelle che presenteremo ora sono due patologie che si verificano molto spesso nell’organismo del micio Europeo, ma questo non significa che esso sia immune a qualunque altra malattia.

Statisticamente, insomma, il Gatto Europeo soffre di due malattie molto comuni: l’obesità e la gengivite. Andiamo a vedere nello specifico di cosa si tratta e come possiamo aiutarlo a prevenire o, nel caso, risolvere o migliorare la sua situazione.

Gatto in sovrappeso: obesità

gatto europeo si lecca i baffi

Cosa significa affermare che un gatto è obeso? Esattamente quello che vuol dire per noi umani: il suo peso ha sforato di gran lunga la misura ideale.

Prima di tutto c’è da considerare un aspetto non di poco conto: il Gatto Europeo è un felino molto molto goloso. Mangiare è un’attività che gli piace tantissimo, forse anche in modo eccessivo: è molto difficile per lui fermarsi e riuscire a contenere la sua voglia di mangiucchiare.

Allora, noi per prima cosa dovremmo preoccuparci di tenere SEMPRE sotto controllo la sua alimentazione, soprattutto cercando di pesare ogni volta il cibo e non lasciarlo mai incustodito.

Facciamo attenzione, inoltre, a non lasciare mai la ciotola piena di alimenti e libera, poiché lui la addenterà all’istante e non si farà scrupoli nel finirsi tutto il magime.

Oltre a questo, come spesso avviene, una delle principali cause dell’obesità è la sterilizzazione o la castrazione. Sembrerebbe che, dopo quest’ultimo tipo di intervento, siano proprio gli esemplari maschi a risentire maggiormente dell’aumento di peso.

Ciò che possiamo fare noi da buoni padroncini è permettere che l’alimentazione del Gatto Europeo sia sempre corretta, buona e assolutamente di ottima qualità.

Una dieta equilibrata dopo la castrazione o sterilizzazione è quello che in assoluto ci vuole per rendere migliore la vita del nostro amico a 4 zampe.

Ci possono poi essere altri fattori che determinano l’obesità:

Uno stile di vita ottimo, che vada ad incrementare tutti questi aspetti è fondamentale per cercare di dare al Gatto uno stato di benessere completo e sano.

Dolore ai denti: gengivite

gatto europeo colori misti

Altro problema molto comune che spesso colpisce il Gatto Europeo è la gengivite. Cos’è? Un’infiammazione che va ad agire sulle gengive e finisce per creare una situazione di dolore e di disagio.

Quali sono i sintomi di tale problema? Vediamo i più comuni:

  • fatica a masticare
  • dolore ai denti e alla bocca in generale
  • sanguinamenti gengivali
  • colore rossastro o bluastro delle gengive, a volte tendente anche al bianco o al nero
  • gonfiore della bocca

In questo caso, la cosa migliore da fare è quella di contattare tempestivamente il veterinario e chiedere quale sia la cura migliore per far fronte ad una situazione del genere.