La storia del gatto con il pelo pieno di rasta

questo povero gatto, dopo anni di mancanza di attenzioni personali, aveva il corpo coperto di rasta. Per fortuna ora sta bene

I veterinari e gli infermieri di una clinica non potevano credere ai propri occhi quando si sono trovati davanti un povero gatto di tre colori con il corpo pieno di rasta.

Proprio così: questa povera creatura, dopo esser stata trascurato per vari anni dai suoi padroni, una coppia di signori molto anziani e incapaci di prendersene cura adeguatamente, era davvero in pessime condizioni.

Il suo splendido pelo bianco nero e marrone era completamente intrecciato, tanto che non si poteva nemmeno più definire “pelo”: il corpo del piccolo felino era coperto da grossi cordoni, simili appunto ai rasta.

gatto viene rasato

Sono stati i vicini di casa della coppia, che ora vive in un ospizio per anziani, a rendersi conto che questo povero micio di tre colori viveva in condizioni davvero pietose.

Immediata la chiamata dei vicini di casa ai volontari di un’associazione animalista americana, la “Animal Rescue League Shelter & Wildlife Center“.

Queste persone si sono immediatamente recate presso la casa degli anziani e li hanno convinti a farsi dare il gatto per dargli finalmente una ripulita.

L’animale è stato portato in una clinica veterinaria dove è stato deciso di provvedere subito a rasare tutta la massa informe di pelo che lo ricopriva e fargli riacquistare l’apparenza di un gatto normale.

“La nostra equipe medica ha rasato diversi kg di pelo dal corpo di questa povera bestia. Ora si sente molto più leggero e felice” . Queste le parole di un volontario dell’associazione.

Giorni dopo un familiare della coppia di anziani si è offerto di prendersi cura del gatto, che comunque potrà continuare a vedere quando sia possibile i suoi proprietari.

Finalmente questo micio potrà avere una vita sana e felice.

Ti ha colpito la storia del gatto con il pelo rasta? Se si, LEGGI ANCHE: Lanzarote: quattro gattini abbandonati in un bidone della spazzatura vengono salvati

Altri articoli che potrebbero interessarti dai siti del nostro Network:

Articoli correlati