La storia di Sansa, la gattina abbandonata perché diversa (VIDEO)

sansa gattina diversa

I proprietari di animali domestici che non sono in grado di amare i propri cuccioli, appena possono, li abbandonano. Specialmente quando uno di questi ha una malattia che lo rende diverso dagli altri, come Sansa, il gesto è più crudele.

La gattina di colore bianco, che viveva a New York con i suoi proprietari, quando nacque aveva un aspetto diverso rispetto agli altri gatti.

Le sue zampe anteriori avevano due dita in più, la cosiddetta polidattilia, mentre i suoi occhi non erano uguali.

Si tratta di una mutazione rara, chiamata eterocromia, che altera il colore degli occhi e li rende diversi. Nel suo caso, uno è di colore verde, mentre l’altro di colore azzurro.

A causa di queste differenze, i proprietari hanno deciso inspiegabilmente di abbandonarla per strada. Per fortuna, una squadra di soccorso l’ha trovata e portata nel rifugio.

Una ragazza di nome Karen, in un evento di adozione organizzato dalla stessa associazione, ha conosciuto Sansa e si è subito innamorata.

Un cartello messo fuori la gabbia, spiegava che la gattina soffriva di ansia, quindi non bisognava spaventarla.

La ragazza, anch’essa molto ansiosa, ha sentito una connessione tra lei e Sansa. Decise quindi di adottarla.

Gli occhi, spiega Karen, sono la caratteristica che l’hanno colpita di più, mentre le dita in più non sono affatto un motivo valido per abbandonare un gatto.

La ragazza, assieme al gattino, ha aperto un profilo Instagram, sul quale pubblica ogni giorno tante foto e video, come quello seguente.

View this post on Instagram

With great power comes great responsibility.

A post shared by Paws Up (@pawsup) on

La gattina, grazie alla sua particolarità, è presto entrata nel cuore di tutti gli utenti del web, guadagnando ben 200.000 ammiratori e tantissimi like.

I primi giorni, racconta Karen, sono stati duri per lei, poiché Sansa aveva ancora paura a causa del suo passato e delle sue ansie.

Adesso, la gattina sa di essere al sicuro, quindi può finalmente godersi la sua nuova vita da gatto “diverso“.