Gattini, primi giorni di vita: tutto quello che bisogna sapere

Cosa fare quando la gatta partorisce e come comportarsi con i gattini;primi giorni e prime settimane sono di vitale importanza per i cuccioli

gatto che dorme

Imparare a gestire i felini è di estrema importanza soprattutto se si tratta di gattini; i primi giorni sono infatti quelli più importanti e quelli che determinano il buono stato di salute o meno.

Per questo è importante imparare a sapere cosa fare per evitare di compromettere anche irrimediabilmente non solo la loro salute ma anche la loro qualità di vita.

tre cuccioli

La nascita

Quando si parla di gattini, primi giorni sono determinanti per la loro crescita; alla nascita questi sono sia ciechi che sordi, gli occhi restano chiusi per qualche giorno, circa dieci e poi tendono ad aprirli in maniera del tutto automatica. Nel caso in cui questi dovessero nascere con gli occhi aperti, con molta probabilità c’è l’alta possibilità che possano non sopravvivere o che lo facciano ma con gravissime malformazioni oculari. Il fatto però che nascano ciechi e sordi non significa che nascono anche privi di personalità; i cuccioli infatti sono parecchio attivi e sono dotati di un forte istinto; l’olfatto è il primo senso che si sviluppa e che si acuisce velocemente per poi continuare con gli altri sensi.

Rispettare i tempi

Quando nasce un cucciolo è necessario comprendere che non deve essere per nessun motivo tolto alla madre, a meno che non ci sia un problema così grave da compromettere la vita del cucciolo stesso e della madre. Togliere quindi un cucciolo anzitempo è totalmente da irresponsabili ed è perfino pericoloso; i cuccioli non ancora svezzati devono necessariamente rimanere con la madre per i primi tre mesi di vita. In questo periodo infatti è la madre che si occupa delle esigenze e delle necessità dei cuccioli; li nutre con il proprio latte e insegna loro a gestire la forza e a muoversi correttamente. Impedire alla madre di svolgere i propri doveri non solo renderà la madre stessa depressa e letargica, ma si condannerà i cuccioli a vivere una vita qualitativamente bassa.

cuccioli di gatto

I cuccioli inoltre devono vivere immancabilmente il tempo necessario con la madre per evitare che questi possano pure manifestare problemi comportamentali, quali rabbia, insicurezza e perfino aggressività. Un gattino iperattivo non è facile da gestire e molto spesso questo comportamento è dettato dal un distacco troppo repentino dalla madre.

Inoltre i gattini quando nascono sono senza pelo e toccarli, soprattutto a mani nude, può determinare l’insorgenza di alcuni problemi che possono perfino compromettere la sua salute; questo perché i gattini sono particolarmente delicati e necessitano di estrema delicatezza.

Le prime settimane

È quindi importante prestare particolare attenzione ai gattini; primi giorni e prime settimane sono quindi formative per la vita del cucciolo, che necessita di particolare attenzione e di particolare cura. La madre infatti generalmente, anche se esistono rare eccezioni, tende sempre a stare accanto ai piccoli; i cuccioli tendono a succhiare il latte ogni venti minuti; con questa routine è possibile vedere che i piccini iniziano a prendere peso molto rapidamente.

Inoltre i cuccioli non sanno gestire la temperatura corporea a tal punto che è la stessa madre che si assicura che i cuccioli non sentano freddo o non sentano caldo. Il supporto materno è quindi indispensabile per i cuccioli per evitare che questi possano ammalarsi o perfino morire. Intorno ai venti giorni, poco più o poco meno, iniziano a comparire i primi denti da latte e la dentatura si completa intorno ai due mesi; per quanto invece concerne la dentatura con i denti definitivi si dovranno aspettare i sei mesi di vita.

gatto in mano

Arrivati ad un mese i piccoli hanno già aperto gli occhi, hanno la funzionalità auricolare e sono muniti di pelo; ed è proprio in questa fase che è possibile parlare di svezzamento; è normale quindi chiedersi a questo punto chiedersi in relazione ai gattini di un mese, cosa possono mangiare e in che modo. Intorno alle sei settimane sarà necessario sverminare il cucciolo e vaccinarlo contro malattie che possono perfino essere nocive ad un’età cosi piccola. Inoltre intorno alle dodici settimane sarà possibile castrare il gatto e sterilizzare la gatta; questa pratica è particolarmente consigliata per evitare che i mici possano contrarre problemi di salute e soprattutto se non si ha la minima intenzione di avere altre cucciolate.

Possono uscire i cuccioli?

Almeno per circa due settimane il gatto non deve obbligatoriamente uscire da casa, a meno che non si presenta una situazione clinica tale da necessitare l’intervento del veterinario. Superati i quindici giorni, i gattini inizieranno a camminare, ma è importante che comunque questi restino in casa.

gatti piccoli

I gatti hanno una temperatura corporea che si aggira tra i 38° e i 39°; una temperatura più bassa, soprattutto quando il cucciolo è così piccolo può essere davvero pericoloso. I cuccioli infatti potrebbero raffreddarsi e potrebbero manifestare episodi di diarrea, più o meno diffusi; questa condizione però è clinicamente grave per i piccoli che possono perfino morire a causa della perdita di liquidi, causata della diarrea.

Cuccioli sporchi

Una cucciolata generalmente è composta dai cinque ai sette gatti, ovviamente poi ogni gatta può avere più o meno cuccioli. Anche se, come accennato, i cuccioli sono parecchio delicati e necessitano di essere toccati il meno possibile, è anche necessario affermare che l’igiene dei neonati è comunque indispensabile. I gatti infatti, soprattutto se la cucciolata è stata numerosa, tendono a sporcarsi molto rapidamente e questo può essere un problema vista la loro giovanissima età.

Per questo è importante riuscire a lavare i gattini con acqua tiepida ed asciugarli molto accuratamente con un morbido con l’ausilio di un asciugacapelli a calore basso. Ovviamente è sempre preferibile che prima di cimentarsi in questo passaggio, si chieda il parere del veterinario che potrà dare ulteriori consigli per mantenere in sicurezza i cuccioli.

I cuccioli dormono parecchio?

Quando si parla quindi di gattini, i primi giorni sono quelli più importanti; i cuccioli, soprattutto quelli appena nati, tendono a dormire parecchio, se non addirittura per quasi tutto il giorno e la notte. Per tale motivo è indispensabile fare in modo che questi possano riposarsi nel modo più comodo possibile. Cercate quindi di mettere delle coperte di cotone e dei cuscini sulla cuccia in modo tale da garantire ai piccoli un sonno profondo e ristoratore.

Cosa succede se manca la madre?

È possibile che ci si imbatta in cuccioli di gatto che sono stati abbandonati dalla madre; in questo caso, la prima cosa da fare in assoluto è quella di portare i gattini dal veterinario per accertarsi delle condizioni di salute di questi. Una volta costatato che i cuccioli non corrono alcun pericolo è necessario portarli a casa e seguire tutte le indicazioni fornite dal veterinario. Sarà quindi necessario alimentare i gattini con del latte specifico ed è necessario che questa alimentazione sia seguita alla lettera; i cuccioli di gatto infatti devono mangiare piccole quantità di latte ma scandite in diversi parsi durante l’arco delle ventiquattro ore, sia di giorno che di notte.

gatto che dorme

È importante conoscere anche il modo in cui è più sicuro allattare i cuccioli; allattare i cuccioli infatti non è come allattare i neonati; mentre i cuccioli d’uomo devono stare a pancia in su, i gattini devono essere allattati mentre si trovano a pancia in giù. Questo per evitare che il latte possa insinuarsi nei polmoni e possa provocare la morte del piccolo. Necessitano poi di un luogo caldo e al sicuro per dormire e devono essere tenuti lontano dal freddo e dall’umidità; ogni contatto con qualsiasi altro animale, anche se domestico, è totalmente vietato per evitare che possano sorgere problematicità.

Ultimi consigli

I gatti, come accennato, tendono a crescere in maniera molto repentina e in modo consistente; quello che quindi è importante fare, per monitorare il gatto è quello di controllare spesso il peso. Una mancata crescita sostanziale è sintomo che qualcosa nella salute del gatto o nella sua alimentazione non va come dovrebbe; è possibile quindi che il gatto non riesce a prendere un peso per un problema di salute più o meno grave o che voi non siate stati bravi a gestire la sua alimentazione. Per questo è indispensabile cercare di comprendere la vera origine del problema e cercare la soluzione più efficace e immediata per la risoluzione di questo stesso.

gatto piccolo

Infine è importante che muniate i cuccioli di giochi morbidi come i peluche in modo tale da non sentire un’eventuale sensazione di abbandono. Inoltre giochi come i tiragraffi possono essere determinanti per il rinforzo positivo nel gatto e per cercare di renderlo un gatto sicuro di sé.

Conclusione

In definitiva ecco cosa c’è da sapere sui gattini, sui primi giorni di vita e sui primi mesi, fino allo svezzamento; è importante che si seguano alla lettera tutte le indicazioni per evitare che possano sorgere problemi alla salute del peloso. Per qualsiasi altra informazione o dubbio in merito, è necessario chiedere il parere di un veterinario che potrà fornirvi di tutte le indicazioni e gli accorgimenti del caso.

La salute dei cuccioli è indispensabile per fare in modo che i gattini possano crescere sani e in forza; è indispensabile anche per dare loro la possibilità di vivere una vita piena e senza particolari problemi sia dal punti di vista clinico che comportamentale.