L’hanno trovata per strada, sfinita: la gattina aveva le zampe posteriori avvolte nel gesso

Non aveva più le forze neanche per miagolare la povera gattina..

Le immagini che sto per mostrarvi sono davvero forti amici miei, ma purtroppo questa è la cruda realtà che, a volte, si pone di fronte anche a dei bambini. Furono proprio loro, dei piccoli umani di soli 6 anni a trovare una piccola gattina che aveva le zampe posteriori avvolte nel gesso. Tutto ciò, mentre erano a giocare in strada con il pallone, vicino alle loro case in un quartiere dell’Arizona, negli Stati Uniti.

Una gattina con dei gessi alle zampette

La dolcissima gattina era a terra, quasi senza respiro, sul marciapiede, quasi come se si fosse trascinata a forza fino a lì. Proprio per farsi notare dai bambini che giocavano. Loro, inizialmente non si accorsero di lei, fin quando uno la vide e la prese subito in braccio. Capì, dai suoi pochi anni che si trattava si una creatura bisognosa di aiuto.

LEGGI ANCHE: Unico nel suo genere: questo gatto speciale e antichissimo esiste e vive solo su un’isola italiana

E, così, chiamò immediatamente la sua mamma, la quale avvertì seduta stante Kathy Hamel, direttrice dell’Arizona Shih Tzu and Small Breed Rescue. Qui, i medici veterinari capirono che la piccola gattina aveva le zampe rotte e probabilmente qualcuno aveva deciso, chissà perché, si farle un gesso per zampetta.

Una gattina sul bilancino

Si, ma un gesso fai da te non è mai una soluzione al problema! Ed è proprio per questo che i medici si aspettavano di trovare di tutto sotto quello strato massiccio e duro di bende. Così, iniziarono subito a togliere quella struttura pesante, che sulla piccola sembrava un macigno tanto era minuta e magra.

una gattina che dorme di nome Cupcake

Bagnarono le zampette per ore e finalmente il composto solido sembrava ammorbidirsi. Pian piano lo tolsero e notarono che, seppure in maniera rudimentale, aveva fatto il suo dovere. Le zampette erano apposto anche se la piccola avrebbe dovuto riprendere a camminare bene.

Una gattina che riposa sul letto

Per fare ciò ci volle qualche giorno e ancora sta cercando di trovare il suo equilibrio. La cosa più tenera di tutte fu far scegliere il nome del gattino al bambino che lo ha salvato. Ora, il piccolo pelosetto si chiama Cupcake!

LEGGI ANCHE: Si chiama Apollo ed è nato senza un’occhio: sembrava destinato a essere infelice, ma qualcosa è cambiato

Altri articoli che potrebbero interessarti dai siti del nostro Network:

Articoli correlati