Come toelettare un Gatto Manx alla perfezione

manx occhi profondi

Manx toelettatura: cosa bisogna sapere sulle cure da dare ad uno splendido esemplare di gatto irlandese? Quali sono le attenzioni da riservare a questo felino? Ecco qualche consiglio sull’argomento.

Manx e toelettatura: come ci si prende cura di questa razza?

manx pelo colorato senza coda

Esemplare di Manx, fonte: Instagram, pebblesthemanx

Quali sono i segreti per un’ottima toelettatura di un gatto di razza Manx? Cosa bisogna sapere riguardo le cure da offrire a questo felino domestico? L’elemento essenziale da considerare è il seguente: il Manx è un gatto che sa prendersi perfettamente cura di sé stesso.

È abbastanza indipendente e autonomo, tanto da voler sempre avere dei momenti da dedicare a sé stesso e da vivere in solitudine. Per quello che riesce, vuole provvedere da solo alla sua pulizia e igiene.

Sappiamo però che molte volte il nostro intervento è necessario per la sua salute e il suo benessere. Questo è importante perché il nostro contributo può essere fondamentale al fine di migliorare il suo approccio col mondo.

Partiamo da un presupposto: i gatti vorrebbero sempre cavarsela da soli per la loro indole selvatica innata! Però, quando sono domestici, devono anche imparare a capire che, qualora fosse possibile averlo, un aiuto si rende sempre utile e ben accetto!

Informazioni sul pelo

gatti affacciati alla finestra

Esemplari di Manx, fonte: Instagram, manxkatz

Com’è il pelo di un gatto di razza Manx? Quali sono le informazioni che più vengono consigliate per prendersi cura di questo esemplare? Vediamo prima di tutto delle curiosità riguardo il suo pelo.

Il pelo del gatto Manx gode di un doppio strato, tenuto abbastanza corto su entrambi i lati. Si presenta denso e fitto: al tatto, risulta comunque molto compatto e abbondante; alla vista, rimane lucente, brillante e lucido.

Sicuramente lo strato di pelo “esterno”, quello che possiamo notare in superficie, è leggermente più lungo rispetto al sotto-pelo, che invece è appena accennato, ma comunque abbastanza folto.

Il pelo del Manx non è particolarmente morbido e d’estate sembra essere più fino rispetto all’inverno. Gli unici esemplari che hanno un pelo delicato e soffice e più sensibile al tatto sono quelli di colore bianco. Il gene dominante che ne determina la tonalità, a quanto pare, va ad incidere anche sulla consistenza del manto stesso, rendendolo più vaporoso e trattabile.

Toelettatura

esemplare di manx pelo colorato

Esemplare di Manx tigrato, fonte: Instagram, thesassymanx

Come si gestisce il pelo di questo gatto? Essendo un pelo tenuto abbastanza corto, non richiede particolari attenzioni. Anzi, generalmente è il Manx stesso che leccandosi provvedere in completa autonomia a pulirsi e togliersi eventuale peluria in eccesso.

In realtà, come già accennato, sappiamo che questo molte volte non basta. Il nostro aiuto è molto importante perché aiuta il nostro amico a 4 zampe a gestire meglio tutta la cura e la pulizia del suo corpo.

Infatti, è bene che ci preoccupiamo di spazzolare il pelo del Manx almeno una volta a settimana. Il fatto che il pelo sia corto non deve trarci in inganno: non significa che qui non si possano annidare corpi estranei che potrebbero infastidire la salute generale del nostro felino.

Abituare il Manx fin da piccolo alle spazzolate è un fattore fondamentale per fargli capire che tale pratica non vuole assolutamente provocare dolore né fastidio. Anzi: viene fatta soltanto per il suo bene!

Un pelo sano e una cura costante della pelle può sicuramente contribuire allo stato di salute generale del Manx, come di qualsiasi altro felino. Inoltre, anche il bagno è un altro passo necessario per provvedere all’igiene del piccolo.

Nonostante il gatto si lecchi costantemente durante le sue giornate, concedergli la possibilità di fare un bagno una volta al mese circa può solo che essere una cosa positiva! Così si porteranno via tutte le sporcizie in modo molto più approfondito e sistematico: il felino sarà profumato e contento di essere pulito.

Solitamente, i gatti in generale non amano in modo particolare il bagno, sia perché hanno paura dell’acqua, sia perché non vogliono assolutamente essere “gestiti” in modo così costrittivo dagli umani, In sintesi, si può affermare che i gatti non amino particolarmente essere “gestiti”, soprattutto dall’uomo.

Per fare in modo che il bagno non diventi un vero e proprio incubo, il consiglio è quello di abituarli fin dalla tenerissima età a tale pratica. Così, crescendo con la convinzione che questa attività non sia qualcosa di troppo “negativo”, potranno essere un po’ più disponibili anche da adulti.

Al di là di questo, comunque, è importantissimo controllare sempre il suo pelo e la sua pelle, in modo da riscontrare l’eventuale presenza di qualche problema a livello dermatologico o simili.

Osservare il nostro piccolo amico e prenderci cura al meglio di lui è quello che serve per permettergli di vivere una vita dignitosa e in salute. Oltre a ciò, il nostro compito da ottimi padroncini sarebbe rispettato. Il gatto deve capire che a volte il nostro aiuto è fondamentale: deve imparare ad accettare una mano esterna al fine del suo benessere psico-fisico.

Manx e toelettatura? Non è un grosso problema. C’è da dire, infatti, che il Manx è un gatto molto dolce e disponibile nei confronti dell’uomo: è famoso per il suo forte attaccamento alla famiglia e ad ogni suo componente. Dunque, una volta conquistata la fiducia, non sarà per niente difficile fargli capire qualche piccolo passo da seguire è necessario sia per instaurare un’amicizia più duratura, sia per mantenere una salute migliore e uno stato di benessere più forte.