Cuccioli di Manx: caratteristiche, come curarli e cosa bisogna sapere

Cuccioli di Manx: quali sono le caratteristiche più importanti che contraddistinguono tale razza? Cosa dobbiamo sapere riguardo questo esemplare originario dell’Irlanda? Ecco qualche informazione che ci aiutano a conoscerlo.

Cuccioli di Manx: cosa c’è da sapere?

manx occhi bellissimi

Esemplare di Manx, fonte: Instagram, bella_the_manx

Cosa c’è da sapere di importante sui cuccioli di razza Manx? Come ci si prende cura di loro? Quali sono le attenzioni che dobbiamo riservare a questi splendidi piccoletti indifesi?

Prima di tutto, bisogna sottolineare un aspetto: i cuccioli di razza Manx hanno delle caratteristiche fisiche particolari, che ci fanno subito riconoscere la razza a cui appartengono. L’assenza di coda è l’elemento che contraddistingue questi gatti: questa è una peculiarità che si associa alla conformazione fisica della razza.

I cuccioli di Manx sono molto dolci, intelligenti e giocherelloni. Amano trascorrere il tempo coi loro padroncini e si pongono in modo molto disponibile con gli umani. Proprio per questo temperamento divertente e affabile, il gatto dell’isola di Man è una delle razze più diffuse, richieste e conosciute in ogni parte del mondo.

L’attaccamento che sviluppano nei confronti del loro padroncino è davvero fortissimo, già fin da quando sono molto cuccioli. Ricollegandosi a questo discorso, si può affermare che il Manx è un gatto che non ama particolarmente rimanere da solo in casa, anzi!

Odia la solitudine e soffre moltissimi di crisi di abbandono: questo significa che dovremmo abituarlo fin da molto piccolo a rimanere da solo in casa per qualche ora, iniziando gradualmente a lasciarlo qualche ora, poi sempre più tempo.

Solo facendo così, potremmo insegnargli a capire una cosa fondamentale: nessuno vuole abbandonarlo o lasciarlo solo per sempre! Ci sono però degli impegni improrogabili che non possono essere rimandati, come ad esempio quelli lavorativi, ma in generale qualunque tipo di attività da svolgere fuori casa.

Il gattino deve imparare a comprendere fin da quando è molto piccolo che trascorrere qualche ora da solo in casa non è poi così brutto.

Intrattenere il gatto in casa quando è da solo è quello che ci vuole per farlo sentire più tranquillo. Una possibile soluzione potrebbe essere quella di fargli trovare sempre un ambiente confortevole che possa aiutarlo a sentirsi più a suo agio e che gli permetta di passare il tempo quando noi padroncini non siamo in casa.

Prendersi cura del Manx

manx a spasso

Esemplare di Manx, fonte: Instagram, adventures.of.barley.and.hops

I cuccioli di Manx impongono fin da subito il loro carattere molto forte, testardo, ma anche dolce e giocherellone. Questa razza è una di quelle che viene considerata più associabile ad un cane che ad un classico gatto d’appartamento.

Come mai? Il Manx adora entrare in confidenza col padroncino umano, è molto felice di giocare con lui e di divertirsi trascorrendo insieme del tempo.

Addirittura, è molto propenso a riportare oggetti che gli vengono lanciati, o anche a seppellire qualche giochino scavando una buca, esattamente come spesso fanno i cagnolini.

Potrebbe sembrare strano, ma già quando i cuccioli di Manx sono molto piccoli fanno fin da subito capire quello che vogliono! Fosse per loro, passerebbero 24 ore su 24 in compagnia!

Il nostro compito principale allora qual è? Quello di fargli capire che siamo lì per lui, che vogliamo coccolarlo e che siamo pronti a fare di tutto per il suo benessere.

Il suo stato di salute psico-fisico dipende anche da noi: come ci comportiamo con lui? Quali sono le attenzioni che gli dedichiamo? Siamo in grado di dargli tutto ciò di cui ha bisogno per essere felice?

Per prendersi cura dei cuccioli di Manx potremmo sottolineare questi piccoli passi:

  1. trascorrere tanto tempo con lui
  2. fargli capire che nessuno vuole abbandonarlo, anzi che siamo lì apposta per sostenerlo e fargli compagnia
  3. preoccuparci di preparare un ambiente consono ad un gattino: cuccette, ciotole, giochini, tante coccole
  4. cibo di ottima qualità
  5. acqua sempre disponibile e fresca

Queste non sono cose assurde o troppo particolari, anzi sono delle preoccupazioni che qualunque padroncino dovrebbe avere quando decide di prendere con sé un cucciolo di felino. Il Manx sarà ben pronto a ricambiarci affetto e amore qualora vedesse in noi un amico con cui condividere la vita piacevolmente.

Peculiarità: assenza di coda

manx assenza di coda

Esemplare di Manx, fonte: Instagram, blackjack_manx

Una caratteristica che inquadra perfettamente un gatto di razza Manx è l’assenza di coda. Fin da piccolini, i Manx presentano questo aspetto che, purtroppo, non sempre è molto positivo per il loro stato di salute.

Dal momento che esistono diversi tipi di Manx, distinti in base alla presenza di una piccola coda o alla sua totale assenza, spesso si cerca di far accoppiare degli esemplari che presentano un piccolo accenno.

I cuccioli che nascono senza coda, molto volte, non hanno grandi aspettative di vita: intorno ai 3-4 anni potrebbero presentare dei gravi problemi a livello fisico che non sempre sfociano in risvolti positivi.

L’assenza di coda deriva da una mutazione genetica spontanea che sembra essersi sviluppata in alcuni esemplari in tempi non troppo recenti e che poi, per estensione, si è associata ad ogni gatto di tale razza.

Per risolvere questo problema, l’unica cosa da fare è controllare, quando possibile, gli accoppiamenti e fare in modo che i gatti con una piccola coda possano dare una cucciolata che la presenti almeno in parte.

 

Altri articoli che potrebbero interessarti dai siti del nostro Network:

Articoli correlati