Nuovo collare per gatti che monitora le loro attività fisiologiche e l’attività fisica

La tecnologia è ormai fondamentale e di grande aiuto in tutti i campi. Ad esempio questo strumento per gatti può essere molto utile!

Questa è una nuovissima tecnologia per gatti. Misura diversi parametri, come quanto tempo dormono, quale e quanta attività fisica fanno.

Questi dispositivi indossabili continuano ad espandersi sempre di più. Grazie al fatto che sono molto piccoli, pratici e non creano nessun fastidio all’animale. L’ultima invenzione è il LavvieTAG. Un collare per la quantificazione dell’attività fisica per gatti che è stato presentato in questa edizione del Mobile World Congress (MWC) 2022. Il dispositivo funziona a batteria ed ha la durata di un mese.

Nuovo collare per gatti che monitora le loro attività fisiologiche e l'attività fisica

A pochi metri dalle grandi aziende tecnologiche, nell’ambito del padiglione 7 è avvenuta la presentazione anche di prodotti nuovi e più modesti. Come ad esempio l’azienda sudcoreana PurrSong. E’ la responsabile di una suite di prodotti tecnologici per gatti di cui LavvieTAG è il nuovo arrivato.

Si tratta appunto di un quantificatore di attività fisica molto piccolo e compatto. Pensato per essere incorporato nei collari per gatti. Ha un peso davvero irrisorio, di circa cinque grammi. Una dimensione di due centimetri e una batteria con quattro settimane di autonomia.

LavvieTAG misura fino a cinque diversi tipi di attività fisiche. E poi consente al proprietario di visualizzare questi dati in tempo reale sullo smartphone tramite un’app. Ad esempio, è in grado di quantificare quanto tempo dorme, quante volte gioca. quante volte beve acqua, si lava il pelo. Un altro fondamentale obiettivo del dispositivo è rilevare segni di salute anormali o sintomi di malattie. Che altrimenti sarebbero difficili da notare per i loro proprietari.

Nuovo collare per gatti che monitora le loro attività fisiologiche e l'attività fisica

Questo collarino può essere molto utile anche per monitorare la quantità di acqua che beve il gatto. Oppure il cibo che ingerisce. Potrebbe in questo modo aiutare a diagnosticare precocemente patologie molto comuni. Soprattutto in età avanzata, quali il diabete, l’ipertiroidismo. Ma anche danni renali e problematiche inerenti alla vescica o all’uretra.

Le nuove tecnologie quindi permettono di rilevare problemi di salute quando sono ancora nelle fasi iniziali per evitare gravi complicazioni e poter agire per tempo. Esistono ormai tantissimi dispositivi di questo genere. Oltre ad essere molto comodi sono anche utili: dispenser di acqua e cibo automatici, ciotole dell’acqua con filtro e tanto altro.

LEGGI ANCHE: Un artista di 75 anni commemora il suo gatto defunto con meravigliose sculture di alberi digitali

Altri articoli che potrebbero interessarti dai siti del nostro Network:

Articoli correlati