Oriole, la mamma gatta trovata in un nido di uccelli insieme ai suoi piccoli

Questa povera mamma gatta, non avendo un posto sicuro in cui partorire, si è stabilita in un nido di uccelli

La storia di questa mamma gatta che si chiama Oriole non è iniziata nel migliore de modi, ma per fortuna, si è conclusa diversamente. Lei, purtroppo, non avendo un posto sicuro in cui partorire, ha scelto di stabilirsi in un nido di uccelli.

L’unico modo per proteggere i suoi cuccioli da tutti i pericoli della vita da randagio era trovare un posto ben nascosto. Mamma gatta ha scelto di vivere trai rami di un albero che non è un posto solito per una micia, anzi è piuttosto curioso.

La dolce Oriole però, non poteva affatto rischiare di esporre ai rischi i suoi piccoli, e dato che era l’unico luogo, ha scelto di partorire in un nido fatto dagli uccelli. La Chiltern Cats Protection, un’associazione inglese, però, non poteva far finta di nulla.

LEGGI ANCHE: I due gatti non aspettano un secondo appena sentono che la cena è pronta (VIDEO)

I volontari hanno deciso di prendere in mano la situazione ed hanno condiviso la storia di mamma gatta sui social. Hanno faticato tanto per trovare la famiglia felina. Si sentivano solo miagolii lontani e non c’era la presenza di nessun gatto!

Una donna ha deciso di seguire Oriole e quando ha visto dove teneva i suoi gattini è rimasta molto sorpresa. Aveva scelto un nido di uccelli come casa e a dire il vero sembrava anche un posto molto sicuro, ma non potevano restare in strada!

Dopo averli portati al rifugio, i volontari hanno iniziato a dargli tutte le cure di cui necessitavano. A tutti i gattini è stato dato un nome di uccello per commemorare la loro ex casa, la madre si chiamava Oriole , il gatto Willet e i gattini: BranJay e Lori

Grazie a persone dal cuore enorme questa famiglia è finalmente al sicuro e ha una seconda possibilità! Ora non resta altro che cercare una famiglia per sempre per ognuno di loro. Sono certa che avranno il lieto fine che meritano! Oriole è felice di avere un vero tetto sulla testa adesso!

LEGGI ANCHE: Ziggy, il gatto che si è intrufolato a scuola per stare accanto alle sue padroncine

Altri articoli che potrebbero interessarti dai siti del nostro Network:

Articoli correlati