Pepe, il gattino salvato dall’Oipa ha perso un occhietto ma non la voglia di trovare casa

Questo meraviglioso gattino è alla ricerca di una famiglia che si prenda cura di lui e che lo ami per sempre

La storia di questo gattino che si chiama Pepe è davvero iniziata nel peggiore dei modi, ma adesso sta cercando il suo lieto fine. Purtroppo il piccoletto non ha più un occhietto e le richieste per lui sembrano essere troppo poche a causa di ciò.

Grazie agli Angeli blu di Avellino, Pepe ha avuto la seconda possibilità che meritava. Lo hanno salvato dalla strada. Sfortunatamente, aveva una grave forma di rinotracheite che purtroppo gli ha provocato la perdita dell’occhietto.

pepe

Ospitato in stallo casalingo, è ancora sotto terapia e avrebbe bisogno di essere sottoposto al più presto ad un intervento di chiusura dell’occhio per evitare infezioni ricorrenti“, scrivono i volontari dell’Oipa che si sono occupati di lui!

LEGGI ANCHE: Tonino e la gatta di ventitré anni Hope hanno stretto un’amicizia speciale

Tanti piccoli contributi insieme, saranno preziosi per questo piccolo gattino che avrà la possibilità di iniziare la sua nuova vita. I volontari in questo periodo hanno davvero bisogno dell’aiuto di tutti per farcela. La solidarietà salva tantissime vite!

Pepe ora ha 4 mesi, è stato spulciato, sverminato, usa la lettiera ed è abituato a convivere sia con i propri simili che con i cani. Sta solo aspettando la sua famiglia per essere finalmente felice e per lasciarsi alle spalle il suo brutto passato in strada.

Lui merita una casa per sempre e merita di essere amato e coccolato. Per avere informazioni su di lui, potete contattare direttamente l’Oipa cliccando sul seguente link per trovare i contatti –> Pepe cerca una famiglia. Aiutiamolo a trovare ciò di cui ha bisogno!

Sono certa che riuscirà a trovare la persona perfetta che andrà anche oltre al suo occhietto mancante. Lui è un gattino meraviglioso e ha bisogno solo del suo lieto fine. Non lasciamo solo Pepe e facciamolo arrivare sulla bacheca giusta!

LEGGI ANCHE: Rico, la gatta che ha chiesto aiuto ai volontari

Altri articoli che potrebbero interessarti dai siti del nostro Network:

Articoli correlati