Perche i gatti bevono con la zampa

Gatto zampa

Alcuni gatti utilizzano la zampa per bere in apparenza un comportamento anomalo e buffo ma del tutto naturale, chi vive con un felino è consapevole di questa abitudine così curiosa ma in linea con l’indole esigente dell’amico. Nonostante non ami farsi fare il bagno e non beva grandi quantitativi di acqua, il micio è particolarmente attirato dalla sostanza liquida che lo incuriosisce e cattura completamente. A partire dalla sua trasparenza spesso ingannevole, vediamo insieme perché.

Il gatto beve con la zampa

Gatto

Ebbene si anche il gatto di casa depone la corona e si abbandona ad abitudini non così eleganti, come quella di infilare la zampa all’interno della ciotola dell’acqua. Una gestualità in apparenza simpatica e singolare ma che assume molteplici significati, a partire dalla necessità di idratarsi e quindi di bere. Il micio mette in atto questa stratagemma per verificare la distanza dell’acqua dal fondo della ciotola, una misurazione importante che gli impedisce di bagnarsi i baffi: cosa che detesta.

Una tecnica arguta che applica quando la ciotola è molto capiente e larga, magari particolarmente profonda e con un livello di acqua non ben identificabile: un vero dilemma per l’amico a quattro zampe. Questo comportamento viene replicato anche in natura perché il gatto immerge la zampa nel ruscello, nella pozzanghera o nella fonte d’acqua se non riesce a determinarne la profondità. Oppure preme la zampa sul terreno particolarmente umido assorbendo così il liquido e bevendo dai polpastrelli. Una necessità messa in pratica non solo dal micio ma anche dai cugini più prossimi, ovvero i grandi felini, specialmente quando l’acqua scarseggia.

Ciotola o rubinetto

Gatto

Nonostante per sua natura sia un animale proveniente da territori desertici in grado di idratarsi mangiando le sue prede, con la domesticazione ha compreso i benefici della vita casalinga con cibo e acqua sempre freschi. Quest’ultima in particolare andrà cambiata più volte durante la giornata così da risultare limpida e priva di sporcizia come la stessa ciotola. Ma la necessità di una fonte sempre fresca lo spinge a ricercare acqua corrente anche all’interno dell’abitazione, per questo non è raro imbattersi nel gatto che beve dal rubinetto o all’interno del piatto doccia.

Acqua e idratazione

Gatto e acqua

Molti gatti mostrano poco interesse nei confronti dell’acqua ma tutti necessitano di un’idratazione costante, per questo è indispensabile assicurare sempre la presenza di un pratico contenitore di ceramica o metallo riempito quasi fino all’orlo. Una cosa è certa, l’acqua lo incuriosisce in particolare quando è in movimento o per il rumore che emette quando cade: le gocce sono un esempio. Non è quindi raro imbattersi in un gatto intento a muovere la zampa nell’acqua fino a farla uscire dalla ciotola o rovesciandola, per poi zampettare allegramente sul liquido disperso.