Pulci nel gatto: come riconoscerle, combatterle ed eliminarle

Non è semplice individuare le pulci nel gatto, ma con qualche strumento e metodo utile possiamo affrontare il problema nel modo giusto

Tra tutti i tipi di parassiti che possono prendere di mira il nostro adorato gatto, le pulci sono tra i più comuni e per certi versi anche i più difficili da individuare.

Sono minuscole, si nascondono tra i peli di Micio e sono anche velocissime nei movimenti. E, come se non bastasse, non è affatto vero che attaccano soltanto i gatti che vivono in strada: colpiscono anche quelli domestici che non escono mai!

Per fortuna esistono dei modi efficaci per individuare le pulci nel gatto ed eliminarle. Impariamo come si fa e perché è tanto importante, per il bene di Micio ma anche di chi vive in casa insieme a lui.

Indice

Pulci nel gatto, come sono fatte

gatto che si gratta l'orecchio

Le pulci (Ctenocephalides felis) sono insetti minuscoli (gli esemplari adulti arrivano a 2-3 mm di lunghezza) dalla forma leggermente appiattita e di colore rosso o marrone, tendente al nero. Sono sprovviste di ali, ma hanno sei piccolissime zampe che gli consentono di effettuare salti veloci e lunghissimi. Pensa che una pulce può saltare fino a 30-40 centimetri!

Ecco perché si diffondono velocemente, perché è proprio così che si spostano da un ambiente all’altro, finendo con l’annidarsi nel manto dei gatti per succhiare il loro sangue e deporre fino a 50 uova al giorno. A ciò si deve il tremendo prurito che assale Micio, che non può fare a meno di grattarsi ripetutamente nelle zone colpite dai parassiti.

L’habitat ideale delle pulci? Le larve si annidano e crescono negli ambienti molto umidi e bui, pertanto si attivano tra la primavera e l’autunno (l’estate è la loro stagione preferita). Talvolta, però, possono svilupparsi anche in inverno – quando le temperature non sono troppo basse – ed è facile trovarle nelle lettiere, tra le crepe di muri e pavimenti ma anche nelle cucce, nei tappeti e sui letti. Un bel problema per chi vive con un gatto!

Come riconoscere le pulci nel gatto

gatto con le pulci

Purtroppo dobbiamo darvi una brutta notizia: non è sempre facile individuare le pulci nel gatto. Nella maggior parte dei casi neanche si vedono a occhio nudo perché si muovono alla velocità della luce. Quindi se state pensando di dare un’occhiata sommaria al mantello di Micio, sappiate che non è così che riuscirete a capire se ha le pulci oppure no.

Per individuarle occorre effettuare un “esame” più specifico. Dovreste munirvi di un pettine antipulci, di quelli a denti stretti con cui potete sollevare e dividere ogni singolo pelo e a quel punto, passandolo lungo il mantello del gatto, potete individuare le feci di questi minuscoli parassiti. Se il gatto ha le pulci, passando il pettine (anche contropelo) vedrete dei piccolissimi puntini neri che spesso lasciano un alone giallastro.

Segnali per capire che il gatto ha le pulci

gatto che si gratta

Come anticipato, non è così scontato riuscire a individuare le pulci nel gatto perché saltellano qua e là, senza darci neanche il tempo di vederle. Ecco perché, oltre a utilizzare il pettine antipulci, l’unico modo davvero efficace per capire se il gatto ha preso questi parassiti è osservare alcuni sintomi specifici.

Innanzitutto pensiamo ai sintomi più evidenti, come il fatto che Micio si gratta continuamente concentrandosi soprattutto su testa e orecchie. Spesso il gatto inizia anche a mordicchiare alcune zone del corpo come l’interno coscia, dove non è insolito che perda delle chiazze di pelo ed emergano arrossamenti anomali. A volte l’infestazione da pulci è associata anche alla perdita di peso, perché questi parassiti se ingeriti possono trasmettere a loro volta i vermi nel gatto, che si insinuano nello stomaco e attaccano il tratto digerente.

Ricapitolando, il prurito è il segnale più evidente della presenza di pulci nel gatto. Per il resto fate subito un controllo con il pettine antipulci, controllate l’eventuale presenza di escrementi (puntini neri) sul pelo o di arrossamenti e contattate immediatamente il veterinario.

Malattie trasmesse dalle pulci

gatto che sta male

Le pulci provocano prurito nel gatto e già questo è di per sé un bel fastidio. Ma i rischi associati alla presenza di questi parassiti è molto più alto di quanto possiamo pensare, perciò è importante conoscere le malattie che potrebbero trasmettere a Micio per capire l’importanza della prevenzione e di una cura tempestiva. Qui elenchiamo le più importanti:

  • Dermatite allergica da pulci: una vera e propria allergia alla saliva delle pulci che provoca prurito intenso e si manifesta con gonfiore, infiammazione, desquamazione della pelle;
  • Vermi intestinali: come anticipato, quando prova un forte prurito il gatto tende a leccarsi il pelo più intensamente del solito, anche mordicchiando alcune parti del corpo; è in questo modo che può ingerire le pulci, che a loro volta “trasportano” anchilostomi e tenie (i vermi intestinali, in sostanza);
  • Bartonellosi: una malattia causata dal batterio Bartonella henselae che può provocare febbre nel gatto e altri sintomi preoccupanti come perdita di appetito (e di peso), vomito, ingrossamento dei linfonodi, letargia e problemi agli occhi;
  • Anemia infettiva felina: un’altra malattia grave provocata dal batterio Mycoplasma haemofelis che, legandosi ai globuli rossi, scatena la reazione del sistema immunitario causando febbre, letargia, ittero.

Se il gatto dovesse manifestare alcuni di questi sintomi, non esitate a portarlo immediatamente dal veterinario per un controllo.

Le pulci del gatto si attaccano all’uomo?

ragazza con gatto

Con le pulci nel gatto non si scherza, prima di tutto per la salute del quattro zampe. Ma i rischi sono numerosi anche per noi bipedi, perché questi fastidiosi (e pericolosi) parassiti sono vettori di malattie che possono colpire anche gli esseri umani.

Pensate ad esempio alla bartonellosi, che abbiamo citato prima, che si può trasmettere all’uomo in una forma nota come “malattia da morso del gatto”. I sintomi sono innanzitutto prurito e arrossamenti, ma è bene prendere subito precauzioni perché possono aggravarsi ulteriormente.

Come capire se anche voi avete preso le pulci del gatto? Sulla pelle noterete dei minuscoli morsi che hanno l’aspetto di piccoli puntini scuri, attorno ai quali si crea un rigonfiamento e la pelle è arrossata.

Pulci nel gatto, come combatterle

antiparassitari per gatti

Se il gatto viene attaccato dalle pulci dobbiamo agire immediatamente, prima di tutto usando l’apposito pettine antipulci per ripulire il pelo da uova ed escrementi. Meglio preparare accanto al piano d’appoggio una ciotola con dell’acqua, in cui di volta in volta immergere il pettine.

Anche il bagno antipulci torna utile, sebbene non sia proprio semplice convincere Micio a farsi immergere nell’acqua. Se ve lo consente, procedete con uno shampoo apposito (possibilmente su consiglio del veterinario) e, dopo aver completato tutti i passaggi, passate all’applicazione di un antiparassitario per gatti (potete sceglierne un’ampia varietà tra spray, spot-on e collari).

Come eliminare le pulci del gatto in casa

gatto sul letto

Eliminare le pulci dal gatto non basta e dobbiamo attrezzarci anche per debellare l’infestazione dalla nostra casa. Purtroppo questi parassiti “saltellanti” hanno la capacità di insinuarsi rapidamente ovunque, su letti e divani, sulla tappezzeria e ovunque vi siano le condizioni (buio e umidità) per proliferare. Non dimenticate che ogni singola pulce può deporre fino a 40-50 uova al giorno: un vero disastro!

Per disinfestare la casa non possiamo affidarci solo ed esclusivamente al fai da te, anche se iniziare con l’igiene approfondita dei tessuti, degli angoli e delle superfici maggiormente utilizzate dal gatto (come la lettiera, tanto per fare un esempio) è già un bel colpo per la sopravvivenza delle pulci. Meglio, però, chiedere l’intervento di una ditta specializzata, che possa affrontare (e risolvere) la situazione con gli strumenti giusti.

Un piccolo “trucco” per eliminare le uova di pulci prima che si schiudano? Passate regolarmente l’aspirapolvere, specialmente su angoli, tappeti e moquette.

LEGGI ANCHE: Come si individuano le uova di pulci nel gatto?

Altri articoli che potrebbero interessarti dai siti del nostro Network:

Articoli correlati